Semola battuta

Oggi voglio raccontarvi una ricetta tipica della mia terra: la Semola battuta. Un particolare tipo di pasta fatta in casa che siamo solito mangiare in brodo, ed è una ricetta che non manca mai il giorno di Santo Stefano sulle nostre tavole. Pochi e semplici ingredienti per preparare questa pasta della tradizione contadina: semola di grano duro, uova e formaggio grattugiato. Si prepara rigorosamente a mano, e nei miei ricordi di bambina c’è la mia mamma che mi insegnava a fare quelle piccole palline di pasta con le mani, e per me era un piacevole gioco. La ricetta della tradizione prevede la cottura in un buon brodo di carne, ma vi assicuro che anche condita con un buon sogo di pomodoro la Semola battuta è ottima. Se siete curiosi di sapere come si prepara questa particolare pasta, corriamo in cucina e prepariamo insieme una deliziosa Semola battuta…

Leggi anche la mia ricetta degli Gnocchi di patate fatti in casa, anche con la videoricetta

Semola battuta

semola battuta

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 grammi di semola di grano duro
  • 3 uova
  • 100 grammi di parmigiano grattugiato
  • un ciuffo di prezzemolo

Preparazione: Mescolate sul piano di lavoro la semola con le uova intere, il parmigiano grattugiato e il prezzemolo tritato finemente. Mescolate per bene cercando di compattare per bene. Il composto dev’essere piuttosto asciutto. Formate un panetto, copritelo con un telo e lasciatelo riposare 15-20 minuti. Tagliate il panetto in pezzi più piccoli e potete procedere a sminuzzare la Semola battuta con un coltello o una mezzaluna, battendo letteralmente la lama sul composto, proprio da questa operazione deriva il suo nome. Io invece la preparo sempre come mi ha insegnato mia mamma fin da piccola: prendo dei pezzi di pasta tra le mani e li divido pian piano in piccoli pezzetti sfregandoli tra i polpastrelli per arrotondarli leggermente. I piccoli pezzi di Semola battuta verranno tutti diversi, ma è proprio questa la sua caratteristica. Man mano che la preparate mettetela su un largo vassoio e lasciatela asciugare leggermente. Potete anche prepararla in anticipo, anche il giorno prima. Per cuocerla tuffatela direttamente nel brodo bollente e lasciatela cuocere per 7-8 minuti, il tempo dipende molto dalla grandezza e se è più o meno asciutta.

Seguimi su FACEBOOK e resta sempre aggiornato su tutte le mie nuove ricette

Leggi anche la ricetta delle mie deliziose Crepes in brodo

 
Precedente Ali di pollo al forno Successivo Tortelli di carnevale con crema

Lascia un commento