Risi e bisi ricetta originale

Risi e bisi ricetta originale della nonna o della mia nonna paterna.

Risi e bisi, cioè minestra riso e piselli freschi. Nonna era del trentino, ma nonostante questo cucinava la ricetta veneta di “risi e bisi” in maniera unica, un piatto che tutt’ora ricordo con nostalgia. Lei non aveva un ricettario, la maggior parte dei suoi piatti e erano frutto di ricordi e di tradizioni imparate dalla sua mamma o dettate dall’esigenza di arrangiarsi in cucina con ciò che aveva. Quando arrivava la primavera e i piselli erano freschi e dolci, non rinunciava mai ad un buon piatto di quelli che lei chiamava “risi e bisi”. Io sono Siciliana, non sono mai stata in veneto, ma nonna sì ed aveva diverse amiche veneziane e quindi credo proprio che la sua ricetta dei “risi e bisi” fosse quanto più origianale possibile. Nella preparazione della sua minestra di riso e piselli era indispensabile utilizzare anche i baccelli di piselli e proveninete da una cultura in cui non andava sprecato nulla, questa operazione era più che comprensibile. Nonna quindi faceva un brodo vegetale utilizzando anche i baccelli, cuoceva il riso, che secondo tradizione sarebbe dovuto essere vialone nano, ma fuguratevi, lei utilizzava anche altre varietà per risotto e realizzava un piatto simile ad una minestra di riso e piselli un po’ più densa e mantecava tutto con burro e parmigiano. Delle volte aggiungeva al soffritto di base anche della pancetta, altre volte no, ma in entrambe i casi il piatto era sempre buonissimo! Le origini di questo piatto nutriente pare siano nobiliari, infatti era tradizione a Venezia, offrire il risi e bisi al Doge il 25 aprile, in occasione della festa di San Marco, patrono della città.

Oggi finalmente, dopo tanti anni dalla dipartita di nonna, ho acquistato i pisellini freschi in baccello e mi sono dedicata a realizzare la ricetta dei “risi e bisi”, un piatto speciale che si fa amare anche dai più piccoli!

Andiamo in cucina a preparare questa golosa minestra veneta di riso e piselli, ma prima date un’occhiata anche alla ricetta del riso al forno con piselli e patate e del riso e piselli al forno con formaggio Filante.

Vi ricordo che se volete restare aggiornati su tutte le mie ricette, potete seguire mia pagina Facebook (qui) e il mio profilo Instagram (qui).

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti

Ingredienti per cucinare risi e bisi

1 kg piselli secchi (freschi in baccello)
1 cipolla (bianca)
360 g riso Vialone Nano
25 g olio extravergine d’oliva
40 g burro
50 g formaggio (grattugiato tipo grana o parmigiano)
1.5 l brodo vegetale

Per il brodo vegetale

1 carota (media)
1 cipolla bianca
q.b. sale
3 l acqua

Strumenti

Passaggi

Come cucinare risi e bisi

Quando cucinate risi e bisi con piselli freschi e non surgelati, accertatevi che i baccelli siano stati raccolti in giornata, il vostro fruttivendolo di fiducia saprà consigliarvi.

Sgranate i piselli e mettete i baccelli da parte, sciacquate questi ultimi sotto l’acqua corrente e privateli delle eventuali impurità. Raccoglieteli in una pentola capiente, unite una cipolla bianca e una carato pelate e tagliate grossolanamente.

Versate 3,5 litri d’acqua e mezzo cucchiaio scarso di sale, cuocete per circa 1h.

Trascorso il tempo colate il brodo, mettetelo da parte e frullate le verdure il più possibile insieme a due mestoli dello stesso brodo.

Passate al setaccio la purea ottenuta, mettete da parte ancora due mestoli di brodo limpido e il resto mescolatelo alla purea, ottenendo questa volta un bel composto verde intenso.

Pelate una cipolla, tritatela finemente e rosolatela con un buon giro d’olio, unite la pancetta (ma se volete una versione vegetariana, saltate questo passaggio),

Versate sui piselli metà del brodo mischiato alla purea di baccelli e portate a bollore. Unite il riso e iniziate a cuocere.

Terminate la cottura aggiungendo il resto del brodo strada vecendo, dovrete ottenere un composto più simile ad una minestra che ad un risotto. Finite mantecando con burro e parmigiano

La nostra minestra di risi e bisi è pronta, non ci resta che portarla in tavola ancora calda e cremosa.

Risi e bisi si può conservare in frigorigero, all’interno di un contenitore ermetico per un paio di giorni e scaldato prima di essere consumato, magari con l’aggiunta di un po’ di brodo vegetale, naturalmente non sarà mai buono come se fosse stato appena fatto.

Se ti è avanzato del risotto e non vuoi sprecarlo, prova:

Sfoglia ripiena con risotto avanzato provola e speck;

Tortino di riso con risotto avanzato;

Risotto in crosta di sfoglia.

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi anche su:

pinterest;  twitteryou tube e tiktok.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.