Hot cross buns dolce pasquale inglese

Hot cross buns dolce pasquale inglese…
L’Hot cross bun è un panino dolce che si prepara nei paesi anglosassoni durante il periodo pasquale, si tratta di un semi-brioche speziata e soffice, arricchita con uvetta, decorata sulla superficie con una croce e per tradizione mangiata durante il Venerdì Santo.
Oggi prepareremo insieme la versione originale, ma con un ingrediente magico che rende tutti i miei lievitati super soffici e fragranti: lo yogurt greco!
Siete pronti allora a mettere le pani in pasta insieme a me?
Corriamo in cucina!!

Hot cross buns dolce pasquale inglese
  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni20
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
203,70 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 203,70 (Kcal)
  • Carboidrati 38,96 (g) di cui Zuccheri 12,48 (g)
  • Proteine 5,56 (g)
  • Grassi 3,89 (g) di cui saturi 2,28 (g)di cui insaturi 1,53 (g)
  • Fibre 1,59 (g)
  • Sodio 162,40 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 75 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 660 gfarina 0 (tipo manitoba o farina forte)
  • 90 gzucchero
  • 2 glievito di birra secco
  • 350 glatte (tiepido, meglio se intero)
  • 60 gburro
  • 60 gyogurt greco
  • q.b.scorza d’arancia (o limone)
  • 1uovo (piccolo)
  • 8 gsale
  • 180 guvetta
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • 1 pizzicochiodi di garofano

Per la finitura

  • 50 gfarina 0
  • 40 gacqua
  • 1 cucchiainozucchero
  • q.b.golden syrup (o sciroppo di zucchero caramellato)

Strumenti

  • Planetaria
  • Ciotola

Hot cross buns dolce pasquale inglese: preparazione…

  1. Iniziate dal lievitino.

    In un contenitore unite 100g di latte tiepido e 2g di lievito, mescolate per scioglierlo, quindi aggiungete la farina. Lavorate velocemente per amalgamare tutto e riponete al caldo a lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 60 minuti.

  2. A lievitino raddoppiato, riunite nella planetaria 500g di farina, lo zucchero, il latte e il burro.

    Fate partire la planetaria e lasciate che giri a media velocità per circa 10-15 minuti.

    Ottenuta una pasta incordata e liscia, aggiungete l’uovo, lo yogurt, il sale e la farina rimasta.

    Lasciate lavorare la macchina fino a quando l’impasto non riprenderà a corda, dovrebbero bastare 10-15 minuti.

  3. A pasta formata aggiungete il lievitino, la scorza di limone e tutte le spezie.

    Lasciate che tutto incordi perfettemente.

  4. Ribalate la massa sulla spianatoia, allargatela e aggiungete l’uvetta.

    (Dato che io non amo l’uvetta molto reidratata, la lascio in ammollo 5 minuti, l’asciugo e la uso, se volete potrete reidratarla per più tempo, quindi asciugarla con della carta assorbente e utilizzarla).

    Incorporata tutta l’uvetta (e se gradite anche qualche candito d’arancia),formate una palla e riponetela al caldo a lievitare fino al raddoppio, potrebbero volerci circa 2 ore o poco più.

  5. A pasta raddoppiata, non prima, ribaltatela sulla spianatoia e dividetela in pezzi da 75g.

    Formate delle palline e disponetele su delle teglie ricoperte di carta forno, in maniera ordinata e in modo che una volta lievitati i panini si tocchino tra loro.

    Riponete al caldo fino al raddoppio, dovrebbe bastare mezz’ora o poco più.

    Intanto preparate una pastella densa con acqua, farina e 1 cucchiaino di zucchero.

    Versate il composto in una sac à poche usa e getta, fate un piccolo foro e disegnate le classiche ( e sottili) linee a croce.

    Infornate in forno già caldo a 180°C ventilato per circa 20 minuti.

  6. Se non avete il golcen syrup sostituitelo con dello sciroppo d’acero, ma se non avete nemmeno quello, sostituitelo con dello sciroppo al caramello, servirà per la finitura dei nostri panini.

    Per lo sciroppo al caramello lasciate fondere a fiamma moderata 100g di zucchero, ottenuta un consistenza fluida e ambrata, versate 100g di acqua molto calda.

    Mescolate velocemente fino a far sciogliere lo zucchero caramellato e continuate la cottura fino a quando eventuali grumi non si scioglieranno.

    Lasciate intiepidire.

    Cotti i panini sfornateli e spennellateli subito con lo sciroppo.

    Lasciate riposare e gustate caldi o tiepidi.

  7. I panini hot cross buns si conservano ben coperti da pellicola fino al giorno dopo, se vorreste congelarli invece, evitate di glassarli e una volta freddi riponeteli in congelatore ben chiusi in una busta per alimenti.

  8. Hot cross buns dolce pasquale inglese
  9. Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

“ In questa ricetta vi è presenza di alcuni link di affiliazione, su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Si tratta comunque di semplici suggerimenti d’acquisto , senza alcun vincolo”.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.