Brioche con lo zucchero catanese o brioche co zuccuru

Brioche con lo zucchero catanese, per noi “brioche co zuccuru”…
Chi è catanese, ha almeno un ricordo legato a queste brioches deliziose e profumate, ricoperte di zucchero semolato e non c’è mio concittadino che non le abbia portate a scuola almeno una volta.
Le brioche con lo zucchero sono un dolce ricordo d’infanzia per tutti e riportano a quando le spiluccavamo tenendole sotto al banco e insozzandoci di zucchero prima ancora che arrivasse la ricreazione…
Quanto tempo è passato da allora, ma adesso fanno parte anche dei ricordi dei miei figli, che spesso prima di andare a scuola passavano al panificio per comprarle calde e fragranti.
La ricetta è semplice, alla fina si tratta di un’impasto misto tra il panbrioche e il pane, senza uova o burro, ma è talmente straordinario che anche voi se non le conoscete, le amerete al primo assaggio!

Note prima d’iniziare: l’impasto tradizionale prevede l’utilizzo dello strutto, ma ho visto che sostituendolo con olio di semi di girasole, la differenza è minima. Ho aggiunto alla ricetta del formaggio fresco spalmabile, che è il mio asso nella manica, dona infatti morbidezza e umidità, ma non incide sul gusto.

Brioche con lo zucchero catanese
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni10 pezzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina 0
  • 200 glatte
  • 70 golio di semi di girasole (o 60g di strutto)
  • 80 gzucchero
  • 50 gformaggio fresco spalmabile (dona morbidezza all’impasto)
  • 6 gsale
  • 6 glievito di birra secco (18g di fresco)
  • q.b.latte (per la finitura)
  • q.b.zucchero (per la finitura)

Brioche con lo zucchero catanese senza uova e burro: preparazione…

  1. Ho impastato le brioches con un robot da cucina, allo stesso modo potrete utilizzare la planetaria, credo sia possibile anche impastare a mano, ma non ho ancora provato. Se voleste impastare a mano, introducete i liquidi poco per volta, in modo da non trovarvi una massa troppo appiccicosa (anche se lavorando molto dovreste risolvere).

    Scaldate leggermente il latte in modo che sia tiepido, poi raccogliete nella ciotola del vostro robot o della vostra planetaria il latte, la farina, l’olio, il formaggio spalmabile, lo zucchero, il lievito e il sale, ma in un angolino lontano dal lievito.

    Avviate la funzione impasto e lavorate fino ad ottenere un composto liscio, elastico e omogeneo.

    Fate allo stesso modo utilizzando una planetaria.

    Non preoccupatevi del formaggio spalmabile, dona solo tanta morbidezza, senza influire sul sapore.

    Rivoltate il tutto sul piano di lavoro e lavorate qualche minuto a mano in maniera vigorosa.

    Formate una palla.

  2. A lievitazione avvenuta rivoltate l’impasto sul piano e ricavate 10 pezzi da circa 80g e altrettanti pezzi da circa 20g.

    Formate delle palline, poi fate un buco centro delle pagnottelle più grandi e trasformatele in piccole ciambelle.

    Prendete le palline più piccole e trasformatele dandogli come una forma a goccia, in modo che la parte più stretta possa incastrarsi perfettamente al buco fatto nella pallina più grande.

    Sembreranno brioches col tuppo, ma è questa la forma che devono avere.

    Riponetele al caldo a lievitare per altri 30 minuti, una buona lievitazione è indispensabile per avere delle brioches morbidissime, tutto infatti o quasi, dipende da questo.

  3. brioscia cco zuccuro

    A seconda lievitazione avvenuta, spennellate con abbondante latte e cuocete in forno statico già riscaldato a 180°C per circa 20 minuti.

    (Io misuro la temperatura al cuore con una sonda da cucina e a 94° so che saranno cotte).

    Sfornate, spennellate immediatamente con del latte e cospargete di zucchero semolato (io metto lo zucchero in un piatto e le rotolo li, facendo attenzione a non scottarmi).

    Lasciate intiepidire e gustate, vedrete che buone!!

    Queste brioches in inverno si conservano bene anche a temperatura ambiente o in una busta di plastica (ma lo zucchero tende a sciogliersi) fino al giorno dopo, in estate tendono a seccare un po’.

    Non conviene congelarle, perché lo zucchero si scioglierebbe.

  4. Brioche co zuccuru
  5. Brioche con lo zucchero catanese o brioche co zuccuru

    Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

    facebook pinterestinstagramtwitter.

“In questa ricetta vi è presenza di alcuni link di affiliazione, su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Si tratta comunque di semplici suggerimenti d’acquisto , senza alcun vincolo”.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.