Ravazzate siciliane

Ed ecco un’altra goduriosa ricetta della rosticceria siciliana. Sì, proprio così, oggi voglio farvi conoscere le Ravazzate siciliane, un lievitato sofficissimo, morbido come una brioche, un altro street food della cucina isolana. La ravazzata con ragù, altro non è che la versione al forno delle Rizzuole siciliane e, assieme ad arancini, crocchette, panelle, pizzette, panini con wurstel, rappresenta un fiore all’occhiello della cucina siciliana, in modo particolare della rosticceria palermitana. Le ravazzate al forno con ragù di carne hanno la consistenza di una brioche e, proprio per la ricchezza degli ingredienti, possono essere considerate come un piatto unico. Ma andiamo a vedere come realizzarle.

ravazzate siciliane
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6
  • Costo: Economico

Ingredienti

PER L'IMPASTO

  • 500 g Farina 00
  • 2 Uova
  • 2 cucchiai Zucchero
  • 1 cucchiaino Sale
  • 180 ml Latte
  • 60 g Burro
  • 25 g Lievito di birra fresco

PER IL RAGU'

  • 200 g Carne bovina trita
  • 200 g Carne di suino trita
  • 300 ml Passata di pomodoro
  • 1 Carote
  • 1 costa Sedano
  • 1 Cipolla
  • 1/2 bicchiere Vino bianco
  • 2 foglie Alloro
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Noce moscata
  • 200 g Pisellini
  • 1 l Acqua

E ancora

  • 1 Uova per spennellare
  • 1 cucchiaio Latte
  • q.b. Semi di sesamo

Preparazione

  1. Passiamo ora alla preparazione delle Ravazzate siciliane. Per prima cosa preparare il Ragù di carne e piselli che dovrà essere abbastanza asciutto. La ricetta si può leggere cliccando QUI. E’ preferibile prepararlo il giorno prima, in modo che risulti più compatto evitando, così, di perdere liquido, che andrebbe ad ammorbidire l’impasto, una volta farcito.

  2. Per preparare l’impasto, mettere la farina nella ciotola della planetaria. Aggiungere lo zucchero, il pizzico di sale e il latte tiepido e cominciare ad impastare. Unire il burro tagliato a pezzetti piccoli e le uova. Sbriciolare il lievito ed aggiungerlo all’impasto, lasciando lavorare, fino a quando non si sarà incordato, non si sarà, cioè, avvolto nel gancio dell’impastatrice. Alla fine della lavorazione, l’impasto risulterà un po’ molliccio.

  3. Spolverare la spianatoia con della farina e mettervi sopra l’impasto. Lavorarlo un po’ con le mani, quindi dividerlo in pezzi del peso di circa 60-65 grammi, formando delle pagnottelle. Mettere a lievitare al riparo da spifferi. Ideale sarebbe riporle dentro il forno spento con la luce accesa. Lasciarle lì, fino al raddoppio del loro volume.

  4. Una volta lievitate, tirare fuori le palline dal forno, mettere della farina sulla spianatoia e stenderle con il mattarello, in modo da creare dei dischi  di 2-3 millimetri di spessore. Farcire con un cucchiaio di ragù al centro di ogni disco e chiudere i lembi esterni, portandoli verso il centro e stringendoli bene, in modo da far attaccare la pasta, facendo attenzione a non far fuoriuscire il sugo, altrimenti la pasta non si attaccherà.

  5. Andare sistemando su una teglia rivestita di carta, man mano che le ravazzate saranno pronte e lasciare lievitare ancora per altri 15 minuti. Accendere il forno a 200° e lasciare scaldare. In una cotolina, sbattere l’uovo e aggiungere il cucchiaio di latte.

  6. Con un pennello, spennellare la superficie delle pagnottelle farcite e aggiungere del sesamo. Infornare per circa 20 minuti, controllando spesso, perché le temperature dei forni variano. Una volta cotte, lasciare intiepidire appena, prima di consumarle. Le Ravazzate siciliane sono pronte.

    Buon appetito!

CONSIGLI

Se ne dovessero avanzare, le Ravazzate possono essere congelate oppure conservate in frigo per 3 giorni. Al momento del consumo, è consigliabile passarle in forno ad una temperatura bassa per farne riacquistare tutta la loro morbidezza.

Potete anche leggere: RIZZUOLE SICILIANE ARANCINI DI RISO ARANCINI AL PISTACCHIO ARANCINI DI RISO CON MELANZANE POLPETTE DI PATATE ARANCINI ALLA ZUCCA CON PANCETTA CROCCHETTE DI PATATE

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook ANNAMARIA TRA FORNO E FORNELLI , per essere aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Se volete cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Annamaria tra forno e fornelli è anche su Pinterest  Twitter Instagram seguitemi numerosi. 

GRAZIE PER L’ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE  

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.