Golosità al Farro

golosità al farro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo impasto e’ di una bontà incredibile, ne ho certo una specie di treccia , farcita, e pure la farcia e’ golosissima.

Un impasto leggero, delicato adatto anche per la pizza.

Le quantita’ di questo impasto ci permettono di dividerlo in due e creare due panetti che lavoreremo e farciremo a piacere, in questo caso con pecorino non stagionato e salsiccia.

Ho lavorato ogni rettangolo di pasta col matterello sino a formare un rettangolo che poi ho regolato al meglio ritagliando l’esubero di pasta e col quale ho creato delle palline di pasta che ho fritto in olio di oliva sono a quando si sono dorate, ottime per accompagnare salumi e formaggio o in sostituzione del pane.Con la farina di farro si ottengono dei prodotti davvero strepitosi, non l’avevo mai provata, ed ora che l’ho scoperta non la lascerò più 🙂

golosità al farro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per questa ricetta ho seguito le indicazioni di Sara Papa e della sua Treccia al farro con salsiccia e pecorino, presa da libro ” Pane, dolci & fantasia”, ho solo aumentato le dosi per raggiungere le quantità di treccia che mi serviva, e sostituito il malto col miele e modificandone la preparazione in base alle mie esigenze ed i miei gusti. Una ricetta ottima, da provare!

Ingredienti per 2 Golosità (5-6 persone):

-600 g di farina di farro

-400 di farina Manitoba o “0”

-540 g di acqua

-300g di lievito madre ( o lievito di birra 1 cubetto)

-2 cucchiaini di miele

-40 g di olio extravergine di oliva

-15 g di sale

-olio o 1 uovo sbattuto per spennellare ( a piacere , io non ho spennellato la superficie con nulla)

Per la farcia ( da dividere nelle due Golosità):

-500 g di salsiccia

-300 g di pecorino non stagionato

(Se decideste di utilizzare una farcia diversa , che contenga verdure cotte, ricordate di far perdere loro bene l’acqua in eccesso)

Occorrente: una leccarda da forno

Preparazione:

Preparare l’impasto inizialmente con le due tipologie di farine, il lievito,l’acqua ed il miele. Lavorate per qualche minuto ed aggiungete l’olio ed il sale.Continuare a lavorare l’impasto, sino a quando sarà’ morbido ed omogeneo.

Riponete l’impasto in una ciotola capiente e copritelo con la pellicola, riponetelo in frigorifero una notte , o almeno 8-10 ore ( con il lievito fresco di birra ne basteranno 2-3 in totale fuori dal frigorifero)

Tolto dal frigorifero lasciatelo riposare in luogo asciutto , sempre coperto per altre 4-6 ore.

Prendete l’impasto e dividetelo in due parti. Spolverate di farina il piano da lavoro e lavorate un panetto alla volta sino a formare un rettangolo, nella parte centrale del rettangolo distribuite la salsiccia cruda ed il pecorino tagliato in tocchi. Ai lati del ripieno fate dei tagli leggermente obliqui , con una forbice da cucina o con un coltello o con la ruota per tagliare la pizza. Sigillate il ripieno richiudendo la prima estremità e procedete con i lembi di pasta sovrapponendoli uno alla volta sino a sigillare la seconda estremità (vedi foto)

Procedete nello stesso modo con il secondo panetto di pasta e riponete le due Golosità su una leccarda da forno leggermente unta .

Lasciate lievitare i vostri impasti ripieni ancora trenta minuti, coperti, prima di infornare scegliete se e con cosa spennellare (olio o vuoto sbattuto)

Infornare in forno già caldo per 40-50 minuti a 180°

Risultato eccellente, ideale come sostituto della pizza, adatto ad un pic nic … sempre!!!

 Golosità al Farro

golosità al farro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

golosità al farro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie per avermi letto anche oggi, spero che questa ricetta ti sia piaciuta, io ne sono innamorata 😛

Se ti va di seguirmi anche su Facebook raggiungimi sulla mia Fan Page GUSTO SANO e clicca Mi Piace , riceverai sempre le mie ricette 🙂

Buona giornata!!!

 

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti su Ricetta: Golosità al Farro (lievito madre)

  1. Dico solo questo: CHE SPETTACOLO!!!!! Amo le farine “diverse”, quelle non raffinate e trovo che il farro qui dia una marcia in più a questo spettacolare rustico. Complimenti.

    • Grazie mille Erica, hai ragione da vendere, le farine “diverse” sorprendono spesso inaspettatamente 🙂

  2. ho provato questa ricetta e i miei ospiti sono rimasti piacevolmente affascinati. Una l’ho farcita con del radicchio,spek e olive nere per contrastare l’amaro del radicchio. Ancora una volta devo dire brava Deborah! Grazie. ciao e aspetto la prossima “ance se devo ammettere che molte ricette devo ancora provarle!! 🙂

I Commenti sono chiusi.