Dentice al forno con datterini arlecchino

Dentice al forno con datterini arlecchino. Sì, arlecchino perchè ho trovato i pomodorini datterini di quattro colori diversi: rosso, rosso scuro, giallo e arancione, così li ho chiamati come la variopinta maschera bergamasca. Volevo farne un’insalata, poi ho pensato al dentice che dovevo cucinare al forno e li ho abbinati…….Piatto bello da vedere e buono da gustare anche se il dentice, come tutto il pesce migliore, è pieno di spine e fa perdere un po’ di tempo per pulirlo, ma ne vale la pena…….

Dentice al forno con datterini arlecchino - Così cucino io
Dentice al forno con datterini arlecchino – Così cucino io

Ingredienti (per 2 persone):

un dentice pulito dalle interiora

una ventina di pomodori datterino di quattro colori diversi

uno spicchio di aglio

sale e pepe

q.b. di olio extravergine di oliva

un bicchiere di prosecco

salvia, rosmarino freschi

una foglia di alloro

un pizzico di  timo secco

Dentice al forno con datterini arlecchino - Così cucino io
Dentice al forno con datterini arlecchino – Così cucino io

 

Dentice al forno con datterini arlecchino - Così cucino io
Dentice al forno con datterini arlecchino – Così cucino io

Pelare, scottandoli in acqua bollente, i pomodori, eliminare semi e acqua di vegetazione e tagliarli in quarti. 

Portare il forno a 180°.

Sciacquare il dentice già pulito, asciugarlo con carta da cucina, insaporirlo con sale e pepe esternamente ed internamente, profumandolo anche con salvia, rosmarino e alloro e disporlo su una pirofila unta di olio extravergine di oliva, contornato dai pomodorini e l’aglio tagliato grossolanamente.

Bagnare con il prosecco condire con un filo di olio extravergine di oliva, spolverare con un pizzico di timo secco e infornare per 20-25 minuti, bagnandolo di tanto in tanto con il suo condimento.

Sfornare il dentice, pulirlo dalla lisca e dalle spine, disporlo su un piatto da portata, coprirlo con i pomodori datterini e servirlo…….

Buon appetito!

[avatar user=”eleme” size=”thumbnail” align=”center” link=”attachment” target=”_blank”]Semplicità e tradizione in tavola[/avatar]

 

Precedente Quaglie arrosto in tegame a modo mio Successivo Tortine di mais alle fragole e vino bianco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.