Meringhe (ricetta dolce)

Le meringhe sono la risposta a quando avete eseguito delle preparazioni che richiedono solo il tuorlo dell’uovo.

Cosa fare, infatti, con gli albumi avanzati? Oltre a riciclarli in ricette come quelle della frittata al forno con verdure, potete preparare delle ottime meringhe!

Friabili e leggere, le meringhe sono uno sfizio goloso che possiamo concederci con relativa leggerezza: ricche di zucchero, infatti, sono assolutamente povere di grassi e molto proteiche, quindi, se proprio vogliamo sgarrare, sono il male minore!

La preparazione delle meringhe non è difficile, ma occorre un po’ di pazienza sia per montare bene gli albumi, sia per usare qualche accortezza, così da ottenere un risultato lucido e bello da vedere, oltre che buono da mangiare.

Ricordatevi poi che le meringhe necessitano di una “cottura” (anche se in realtà è più che altro un’asciugatura) in forno piuttosto prolungata: potrete quindi organizzarvi per prepararle quando saprete di essere presenti in casa per molto tempo (la sera è perfetta).

In pasticceria, si distingue la meringa italiana da quella francese: la prima è più laboriosa e complessa da preparare, mentre la seconda è più semplice ed io mi sono perciò orientata su quest’ultima preparazione.

Per le dosi e la procedura, ho seguito la ricetta di GialloZafferano.

Se anche voi volete provare questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme le meringhe!

Meringhe

meringhe

Ingredienti per circa 50 meringhe:

  • 160 grammi di albumi;
  • 320 grammi di zucchero a velo;
  • un pizzico di sale (io ho usato il sale iodato Gemma di Mare);
  • qualche goccia di succo di limone (io ho usato Lemondor);
  • una bustina di vanillina.

Per la preparazione, come vi dicevo, occorre armarsi di pazienza: mettete gli albumi in una ciotola dai bordi alti e lasciate che raggiungano la temperatura ambiente (se li avete conservati in frigo).

Unite il pizzico di sale e cominciate a montarli con uno sbattitore elettrico.

Mentre montate, unite, un cucchiaio per volta, la metà dello zucchero a velo: gli albumi dovranno raggiungere una consistenza densa, tipo panna montata, e diventare bianchi.

Quando avrete raggiunto questo risultato, fermate lo sbattitore e unite a mano, mescolando dal basso verso l’alto, con delicatezza per non smontare il composto, il restante zucchero, la vanillina (che conferirà un sapore più intenso alle vostre meringhe) e il succo di limone (che serve per conferire lucidità al prodotto).

Terminata quest’operazione, foderate una placca con la carta da forno e, aiutandovi con due cucchiai o con un sac-a-poche, formate le meringhe, che disporrete sulla placca da forno (ve ne serviranno due, che potrete informare insieme).

Mentre preparate le meringhe, accendete il forno a 100 gradi in modalità statica.

Proseguite con la preparazione delle meringhe e poi mettetele ad asciugare nel forno caldo con lo sportello socchiuso per almeno due ore (mettendo contemporaneamente le due teglie, vi consiglio di invertire le posizioni a metà cottura e di proseguire anche oltre le due ore).

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Precedente Yogurt fatto in casa (ricetta light) Successivo Clafoutis alle pesche (ricetta dolce)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.