ROCCOCO’ tipici dolci natalizi

I Roccocò sono dei tipici dolci natalizi napoletani,morbidi e gustosi, sono la ricetta ideale da portare sulle tavole natalizie dove vince sempre la tradizione dei sapori semplici e autentici. Si tratta di biscotti dalla caratteristica forma di ciambella dalla consistenza un po’ dura, preparati con classici ingredienti mandorle, farina, zucchero, canditi e pisto napoletano, che è un miscuglio di spezie varie dall’aroma inconfondibile. È un biscotto particolarmente duro che può essere ammorbidito bagnandolo nel vermut, nello spumante, nel vino bianco o nel marsala.Queste piccole ciambelle croccanti hanno un profumo di mandorla, un aroma di agrumi e ancora un gusto leggermente speziato. Insomma, un tripudio di sensazioni mediterranee che crea l’acquolina in bocca!
Se volete ottenere una versione ancora più croccante, cuoceteli per una decina di minuti in più e aspettare poi che raffreddano completamente.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni15
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

250 g farina 00
130 g zucchero
1 pizzico sale
2 g ammoniaca per dolci
200 g mandorle
1 tuorlo
60 g miele
5 g pisto (1 bustina oppure per prepararlo:cannella, anice stellato “semi”, chiodi garofano, pepe, noce moscata semi di coriandolo)
90 g succo d’arancia
1 scorza d’arancia

Strumenti

Passaggi:

Per preparare i Rococò iniziate innazzitutto a preparare il pisto. Frullate tutte le spezie in un mixer e tenetele da parte. Successivamente frullate le mandorle, versate la farina in una ciotola, aggiungete lo zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia e del limone, quindi unite le mandorle frullate.mescolate gli ingredienti, aggiungere il sale,il pisto e infine l’ammoniaca. Mescolate il tutto ed aggiungete il miele, il succo d’arancia ed infine se vi regolate che non compatto aggiungete un po’ d’acqua se necessita. Lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli del tutto formando panetto compatto.

Adesso formate un filone, staccate dei pezzetti dal panetto e modellateli con le mani fono a formare dei piccoli filoncini, chiudete poi fino a formare delle Ciambelline. Man mano che sono pronte, disponetele su una teglia rivestita con della carta da forno.decorate e roccocò con le mandorle intere e spennellatele, Con il tuorlo d’uovo. Infornate a 180° per 15-20 minuti una volta pronti, lasciate raffreddare del tutto.

CONSIGLI:

A che serve l’ammoniaca per dolci?

L’ammoniaca per dolci è un agente lievitante e serve a rendere i roccocò maggiormente friabili perché senza sarebbero duri sia all’interno che all’esterno. Può essere acquistata in qualunque negozio per alimenti.

CONSERVAZIONE:

I Roccocò possono essere conservati in una scatola di latta per 10 giorni.

Se la ricetta vi è piaciuta, potrebbero interessarvi anche: 

BISCOTTI AL CACAO con goji e mele

TORTA SALATA CON PATATE E TONNO

CROSTATA MORBIDA SALATA

FOCACCIA ARROTOLATA super soffice

TORTA RUSTICA SALATA salva cena

POLPETTE DI COUS COUS con tonno e verdure, ecco la ricetta perfetta

WRAPS o TORILLAS verdi con ventresca di tonno peperoni avocado e frittata di uova, semplici e super gustose

RUSTICO SALATO RIPIENO CON SALMONE E MELANZANE super veloce

MEZZE MANICHE CON CREMA DI CECI, ACCIUGHE E CROSTINI al profumo di limone

CASERECCE CON SALMONE E CREMA DI AVOCADO

MEZZE MANICHE CON TONNO E POMODORI SECCHI

CALAMARATA CON FILETTI DI SGOMBRO SOTT’OLIO MELANZANE E MANDORLE TOSTATE

ORECCHIETTE CON CIME DI RAPA E ACCIUGHE

GNOCCHI CON TONNO E STRACCIATELLA GRATINATI AL FORNO super cremosi

POLPETTE CON VENTRESCA DI TONNO E PATATE

SEGUIMI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK QUI SEGUIMI SUL MIO ACCOUNT INSTAGRAM QUI SEGUIMI ANCHE SU PINTAREST QUI SEGUIMI ANCHE SU YOUTUBE QUI

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Le ricette di angelasurano80

Torte, pasticcini, biscotti, creme, piatti di pasta tradizionali e moderni.Se avete voglia di qualcosa di dolce, una mamma con forno sempre acceso vi suggerirà cosa cucinare. Qui i piatti vengono raccontati e fotografati con calore ed energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.