PASTA AL PESTO

Pasta al pesto un primo piatto più classico di così penso che non ne esistano vero? Diciamo che per noi genovesi è davvero un classico almeno una volta a settimana mangiare la pasta al pesto e vi dirò, è veramente rilassante pensare di mangiare la pasta al pesto perché mangiamo tutti la stessa cosa, piace a tutti, è buonissima, alla fine facciamo tutti la scarpetta e se poi aggiungo anche patate e fagiolini praticamente è un pasto completo senza mangiare altro. A volte sono onesta, lo vado a comprare già pronto, ma molto spesso lo preparo in casa con la mia ricetta del PESTO GENOVESE. Non è difficile preparare il pesto genovese, ovvio che bisogna avere gli ingredienti giusti per prepararlo come per esempio il basilico di Prà, ma molto spesso me lo regalano (meno male) e decido di fare il pesto in casa poi congelarlo nei barattolini e così ogni volta che lo voglio utilizzare non faccio altro che tirarlo fuori dal freezer e aspettare. A voi piace il pesto genovevse? Sapete che prepararlo non è così difficile? Forza allora iniziamo subito a vedere come si prepara il pesto e poi condiamo la pasta! Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

PASTA AL PESTO
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: Solo la pasta Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 360 g Pasta
  • 60 g Basilico
  • 100 ml Olio extravergine d'oliva
  • 6 cucchiai Parmigiano reggiano 36 mesi
  • 2 cucchiai Pecorino
  • 30 g Pinoli
  • 2 spicchi Aglio
  • 1 pizzico Sale grosso

Preparazione

  1. Mettete a bollire una pentola di acqua leggermente salata e, quando bollirà, mettete a cuocere la pasta.

    Lavate e asciugate le foglie di basilico.

    Preparate il pesto alla genovese.

    Con il FRULLATORE

    Mettete nel bicchiere del frullatore le foglie di basilico lavate e asciugate insieme al parmigiano grattugiato, il pecorino grattugiato, i pinoli, l’aglio tagliato a metà e privato dell’anima e un pizzico di sale grosso e iniziate a frullare.

    Unite l’olio extravergine di oliva a filo continuando a frullare fino ad ottenere una crema omogenea.

    Con il MORTAIO

    Mettete nel mortaio le foglie di basilico e il sale grosso e pestate con movimenti roteatori.

    Unite il resto degli ingredienti e continuate a pestare fino ad ottenere una crema.

    Scolate la pasta e mettetela in una ciotola poi condite la pasta con abbondante pesto alla genovese.

    VARIANTI E CONSIGLI

    Il basilico deve essere di genova, meglio ancora se proveniente da Prà.

    Per un pesto migliore usate l’aglio di Vessalico

    Usate sempre parmigiano grattugiato di 36 mesi o si scioglierà a contatto con la pasta.

    Se lo farete con il frullatore Frullate ad intermittenza altrimenti le lame si scalderanno e rovineranno il sapore del basilico.

    NON CUOCETE MAI il pesto!

    Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche il PESTO DI ZUCCHINE o il PESTO GENOVESE oppure il PESTO TRAPANESE o anche le LASAGNE AL PESTO oppure la TORTA DI PESTO. il PESTO DI MELANZANE o il PESTO MANDORLE E OLIVE.

Conservazione

La pasta al pesto si conserva in frigo per due giorni, potete gratinarla al forno se vi dovesse avanzare.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.