I carciofi stufati sono molto semplici da preparare e possono essere utilizzati come contorno leggero e gustoso per accompagnare carne e pesce. Gli ingredienti base di questa preparazione sono pochi, ma  può essere personalizzata come più ci piace. Possiamo preparare i carciofi stufati anche in anticipo e manterranno intatto tutto il loro sapore. Oltre ad essere saporiti, i carciofi fanno anche bene alla nostra salute, quindi vale la pena mangiarli nei modi che più preferiamo. Così cucinati, si prestano a diventare anche un ottimo ripieno per torte salate.

Ingredienti

4 carciofi grossi

1 spicchio d’aglio

sale fino q.b.

olio extravergine q.b.

1 cucchiaio di vino bianco

prezzemolo tritato q.b.

pepe fresco  (facoltativo)

2 dita circa di acqua

Laviamo e puliamo i carciofi eliminandone la punta (saranno sufficienti 3 cm) e le foglie più esterne e dure, fino ad arrivare a quelle più tenere. Puliamo il gambo (ma non eliminiamolo) tagliando la parte terminale più dura ed eliminiamo la corteccia, anch’essa dura e filamentosa. Tagliamo i carciofi a metà ed eliminiamo il fieno interno (con un cucchiaino o l’apposito scavino). Man mano che puliamo i carciofi mettiamoli in acqua fredda e limone.

Passiamo alla cottura. Mettiamo i carciofi in un tegame alto e aggiungiamo un filo di olio extravergine, l’aglio, prezzemolo, il sale, il vino e 2 dita di acqua fredda. Copriamo e facciamo cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti o fino a quando non risulteranno teneri se infilzati con una forchetta. Io li preferisco caldi, ma sono buoni anche freddi. Se l’acqua tendesse ad asciugarsi troppo possiamo aggiungerne qualche altro cucchiaio, purché caldo. Spesso aggiungo anche delle olive o del pepe macinato fresco alla preparazione, perché conferiscono a questa pietanza una nota in più che ci piace molto. I carciofi cucinati in questo modo risultano saporiti e leggeri, per niente indigesti.

L’idea in più. Se vogliamo dare un tocco in più e meno light al piatto possiamo farlo rosolando per bene i carciofi per qualche minuto, sfumarli col vino, salarli, peparli e poi aggiungere l’acqua per terminare la cottura. Scegliete voi la vostra versione preferita.