Come cucinare il coniglio fritto

Come cucinare il coniglio fritto: ecco la ricetta completa di tutti i particolari utili ad ottenere un ottimo coniglio fritto a iniziare dal pangrattato. Molte carni e verdure in alternativa si possono cuocere in forno anche impanate ma in questo caso questa alternativa non c’è. Per avere una frittura leggera è importante mantenere una buona temperatura durante la frittura, non usare l’olio per oltre due padellate e fare scolare bene i pezzi senza sovrapporre in più strati di carta assorbente.

Come cucinare il coniglio fritto
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 1/2 Coniglio (circa 800 grammi)
  • 200 g Pangrattato (meglio se grattato al momento)
  • 2 Uova
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio di semi (girasole alto oleico)
  • 1 limone

Preparazione

  1. Togliere alla carne tutti i filamenti grassi, risciacquare velocemente e fare asciugare. Tagliare il coniglio a pezzi di grandezza media cercando di renderli piatti il più possibile e salare.

    Grattare il pane (da preferire a quello già grattato che di solito è troppo fino e troppo secco).

    Sbattere poco le uova con un filo di sale.

  2. Immergere bene un pezzo di carne alla volta nell’uovo e poi passarlo nel pangrattato cercando di farlo aderire il più possibile pigiando bene con le mani ogni pezzo.

    Finire di impanare.

  3. Come cucinare il coniglio fritto - procedimento

    Mettere in una ampia padella più di un dito d’olio in modo che i pezzi siano quasi immersi nell’olio e possano cuocere meglio. Per sapere se l’olio è pronto mettere una briciola di impanatura e quando sale in superficie mettere i pezzi di coniglio.

    Fare attenzione alla temperatura dell’olio per tutto il tempo in modo da mantenere una temperatura non eccessiva, altrimenti di rosolerebbe troppo presto e internamente non sarebbe cotto, ma neppure troppo bassa altrimenti l’impanatura assorbirebbe olio.

  4. Cuocere per circa 20 minuti girando con delicatezza un pezzo alla volta ogni 4 o 5 minuti.

  5. Mentre il coniglio frigge può succedere, specialmente verso la fine, che qualche goccia di liquido interno ai pezzi possa scoppiare e far schizzare l’olio; poiché va girato spesso non è sufficiente proteggersi con l’apposito coperchio antischizzi, per cui consiglio di tenere degli occhiali protettivi durante tutto il tempo di cottura.

  6. Quando il coniglio è cotto togliere un pezzo alla volta dall’olio e metterlo su più strati di carta assorbente senza sovrapporre i pezzi..

    Servire con spicchi di limone se piace.

  7. Come cucinare il coniglio fritto

Note

Nel blog, oltre a come fare il coniglio fritto, puoi leggere le ricette per cucinare il coniglio in diversi altri modi quali: coniglio alla sivigliana, coniglio arrosto in porchetta, coniglio alla cacciatora con i porcini secchi, coniglio in marinata, coniglio al limone, coniglio disossato al forno saporito, coniglio in padella con funghi freschi, coniglio in padella alle olive.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche su facebook mettendo Mi piace sulla mia pagina!

Precedente Torta crostata ricotta e ciliege Successivo Cassata casalinga dolce irresistibile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.