Crea sito

Julgrot (Svezia)

Buon natale in Svezia è…God Jul!.

Il 13 dicembre in Svezia è il giorno in cui si celebra Santa Lucia (Sankta Lucia Dag) La Lucia svedese, con il suo tipico copricapo di candele, è letteralmente la portatrice di luce. Le ragazze si vestono da Lucia, indossando il tipico vestito bianco ed una corona di candele tra i capelli, e offrendo caffè caldo e lussebullar (dolci allo zafferano). La leggenda narra che la santa abbia aiutato i cristiani poveri e bisognosi, portando loro cibo e bevande.

Al centro delle tavole delle case è usanza invece tenere un candelabro con quattro candele, da accendere una per ogni domenica d’Avvento.
Altri tipi di candelabri vedono la presenza di cinque luci e sono a forma di albero di Natale: la quinta luce è riservata appunto per il giorno di Natale. Questi sono più vicini infatti alla concezione moderna ed elettrica dell’Adventsljusstake nata nel 1934. Si tratta di un candelabro generalmente in legno con sette lampade a forma di candela e disposte a forma di piramide, esposti sui davanzali delle case svedesi.

Uno dei momenti più attesi del Natale svedese è lo Julbord, variante natalizia dello smörgåsbord, un buffet che si consuma la Vigilia di Natale e comprende: gubbröra (salsa di uova e acciughe), aringhe marinate, paté di fegato, patate, baccalà, prosciutto al forno, salsicce di maiale.
Il maiale è presente in tavola anche il giorno di Natale: prosciutto cotto al forno, piede di porco in gelatina e salsicce.

Un altro cibo che si usa mangiare nel periodo natalizio è il riso al latte (Julgröt o Tomtegröt) a base di acqua, latte, cannella, riso e un pizzico di sale.
Secondo la tradizione a Natale si deve inserire nella pentola di cottura una mandorla spellata e chi la trova nella ciotola si sposerà entro l’anno. La ciotola con il riso latte e un pezzetto di burro va poi messa in giardino durante la Vigilia di Natale per ingraziarsi il dispettosissimo folletto del giardino (un dispetto tipico del folletto era di rendere le mucche del contadino incapaci di produrre latte).

Ricetta julgrot natale in Svezia ViaggiandoMangiando
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaEuropea

Ingredienti

  • 150 griso originario (a grani corti, da minestra)
  • 300 mlacqua
  • 700 mllatte
  • 1cannella in stecca
  • 2 cucchiaizucchero
  • 15 gburro
  • q.b.sale
  • 1mandorla

Preparazione

  1. Scaquare il riso sotto l’acqua fredda per rimuovere tutto l’amido fino a quando l’acqua non sarà limpida.

    Mettere il riso, l’acqua e il sale in una casseruola e portare a ebollizione. Coprire e fare sobbollire per 10 minuti.

    Aggiungere il latte e la stecca di cannella. Mescolare bene e scaldare fino a quando il composto è caldo, ma non farlo bollire.

    Coprire di nuovo e lasciate il budino a fuoco bassissimo finché il riso non avrà assorbito tutto il latte. Normalmente occorrono circ atra i 30 minuti.

    Non mescolare il riso e tenerlo coperto il più possibile.

    Una volta assorbito il latte, togliere dal fuoco e lasciare coperto per altri 10 minuti.

    Quindi incorporare lo zucchero e il burro.

    Servire tiepido, spolverato di cannella in polvere e nascondere una mandorla nel budino prima di servire.

Link affiliato #adv

Se vi piace addobbare i vostri davanzali con i tradizionali candelabri a sette luci, potete trovare QUI una versione da 30,00 €.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.