Crea sito

Pane rustico di campagna

Il pane rustico di campagna è un pane fatto con la lievitazione naturale del lievito madre, è croccante fuori e morbido dentro; viene impastato con una farina macinata a pietra, quindi molto grezza, e viene aggiunto il grano saraceno soffiato e, a differenza di molti tipi di pani, non contiene l’olio. La sua ricetta prevede una lunga preparazione perchè rispetta tutti i tempi del lievito madre, ma alla fine quando sfornerete il vostro pane casareccio vedrete che soddisfazione!
La ricetta del lievito madre fatto in casa la potete trovare qui.

Buona cucina!

  • Preparazione: 2 Ore
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 350 g Farinata macinata a pietra (o di segale)
  • 150 g Farina 2
  • 100 g Lievito madre
  • 325 g Acqua
  • 1 cucchiaino Miele
  • 50 g grano saraceno soffiato
  • 60 g Acqua
  • 10 g Sale

Preparazione

  1. Per preparare il pane rustico di campagna, cominciate a mescolare le due farine e ad aggiungere l’acqua a temperatura ambiente.

  2. Intanto fate scaldare i 60 grammi di acqua che porterete quasi a bollore.

  3. Quando sta per bollire versateci i 30 grammi di grano saraceno soffiato (la restante parte tenetela per guarnire il pane) e mescolate con una forchetta, dopo qualche secondo spegnate il fuoco e continuate a mescolare.

  4. Ora aggiungete questo composto alla farina e acqua e cominciate a impastare con il gancio a uncino.

  5. Unite il lievito madre spezzettato e continuate a impastare; non dovrà essere troppo appiccicoso ma deve staccarsi dalle pareti mentre lo impastate, quindi regolatevi aggiungendo o un po’ di farina se è troppo appiccicoso, o un po’ d’acqua se non si amalgama perché è troppo secco.

  6. Dopo 10 minuti spegnete, coprite il vostro impasto con la pellicola trasparente e lasciate riposare per 4 ore a temperatura ambiente.

  7. Passate le 4 ore il vostro impasto dovrebbe essere raddoppiato.

  8. Ora lo reimpastate nuovamente a mano in modo da “sgonfiarlo” delicatamente, poi lo coprite con la pellicola trasparente e lo mettete in frigo per una notte intera (circa 10 ore)

  9. Il mattino successivo l’impasto è raddoppiato; quindi tiratelo fuori dal frigo.

  10. Lo reimpastate ancora una volta a mano e lo lasciate a temperatura ambiente sempre coperto.

  11. Dopo 5-6 ore sarà raddoppiato nuovamente; disponete il vostro impasto su un tagliere o su uno strofinaccio per lavorarlo.

  12. Dovrete stenderlo leggermente e tirare con le mani le due parti in alto

  13. e chiuderlo a “busta” incrociando le due parti.

  14. Poi tirate anche la parte centrale in alto e la richiudete sulle due parti che avete appena incrociato.

  15. Ora infarinate per bene una pirofila che possa andare in forno e disponete un po’ di grano saraceno che avete tenuto da parte.

  16. Adagiate sopra la vostra pagnotta e fate 3 tagli per la lunga con un coltello, poi spolveratelo con un po’ di farina e grano saraceno soffiato. Ora copritelo con un canovaccio umido e fatelo riposare per altre 3-4 ore in un posto caldo, vicino al termo per esempio, ma non deve mai essere a diretto contatto con la fonte di calore.

  17. Ecco qui il pane bello lievitato pronto per essere cotto; infornate a 200° per 30-35 minuti a seconda del forno.

  18. E finalmente il pane rustico di campagna è pronto per essere tagliato a fette e gustato.

    Buon appetito!

Consiglio

Se non avete il grano saraceno soffiato potete utilizzare anche un altro tipo di cereale come il riso soffiato o il farro ecc.. altrimenti potete ometterlo del tutto e magari aggiungere un po’ di sesamo all’impasto per renderlo più rustico.

Provatelo anche a colazione con la marmellata o cioccolata!

Questo pane si conserva fino a 3 giorni se conservato in un sacchetto di plastica, però perderà un po’ della sua fragranza. E’ possibile anche congelarlo per un paio di settimane.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.