La pasta alla pecorara è un ricco primo piatto tipico della cucina abruzzese, in particolare del piccolo borgo Elice, in provincia di Pescara. La peculiarità di questa ricetta è il formato della pasta da cui prende il nome la ricetta stessa: della pasta fresca fatta in casa (o, come nel mio caso, comprata in negozio), a forma di anello (pecorara). Il condimento di questa pasta è molto saporito e racchiude tutti gli ingredienti che possono trovarsi in campagna: verdure, carne e formaggi. Il condimento, come accade sempre per i piatti tradizionali, può variare a seconda degli ingredienti che si hanno a disposizione; non devono assolutamente mancare: le verdure (melanzane, zucchine e peperoni), la passata di pomodoro, il pecorino grattugiato e la ricotta di pecora. Se non si è vegetariani si può aggiungere, come nel mio caso, il guanciale o, secondo la ricetta antica, la polpa di manzo (o pecora) macinata. Inoltre in questa pasta ho aggiunto del basilico e delle olive nere, e a piacere si potranno aggiungere anche i funghi secchi. Come avrai intuito, la pasta alla pecorara è uno di quei piatti tradizionali che profumano di casa ed evocano ricordi d’infanzia, quando ci si riuniva tutti intorno ad una tavola per passare le giornate di festa in compagnia.

Pasta alla pecorara
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 500 g anellini
  • 1 Melanzana (piccola)
  • 1 Zucchina
  • 1 Peperone rosso
  • 80 g Guanciale
  • 200 ml Passata di pomodoro
  • 4 foglie Basilico
  • 40 g Olive nere
  • 50 g Ricotta di pecora
  • q.b. pecorino grattugiato
  • 1 cipolla
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Lavare e mondare la melanzana, la zucchina e il peperone. Tagliare a cubetti la melanzana e la zucchina. Privare il peperone del picciolo e dei semi, tagliarlo a cubetti.

  2. In una pentola versare due cucchiai di olio extravergine di oliva, versare le verdure tagliate a cubetti e far cuocere a fuoco lento.

  3. In un’altra pentola far appassire la cipolla tritata con un filo di olio extravergine di oliva. Unire poi il guanciale tagliato a cubetti e farlo rosolare.

  4. Poi aggiungere la passata di pomodoro e il basilico. Salare e far cuocere a fuoco modesto, per circa 20 minuti.

  5. Cinque minuti prima della fine della cottura del sugo, versare nella pentola le verdure, le olive tagliate a rondelle e la ricotta sbriciolata. Mescolare per amalgamare bene gli ingredienti.

  6. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e bollente; una volta cotta (preferibilmente al dente) scolarla e versarla nella padella con il condimento. Mantecare un paio di minuti per far amalgamare bene il condimento alla pasta.

  7. Servire a tavola con una spolverata di pecorino grattugiato e della ricotta grattugiata. Buon appetito!

  8. Pasta alla pecorara

    Seguimi anche su Facebook per scoprire le nuove ricette. E per vedere le video ricette iscriviti al canale YouTube!

    Per ricevere gratis ogni settimana le nuove ricette direttamente sulla tua email, iscriviti (gratuitamente) alla Newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.