Come ho già scritto in altre ricette, vivo al confine tra l’Abruzzo e le Marche. Quì la cucina si mischia tra le varie tradizioni e i sapori che contradddistinguono queste due regioni; è facile trovarsi in tavola diverse pietanze che sono tipiche dell’ascolano e teramano. Ascoli Piceno è famoso, culinariamente parlando, per le olive all’ascolana, ma per chi non lo sapesse, è famoso anche per i cremini, questi ultimi meno conosciuti rispetto alle olive.

I cremini sono dei bocconcini di crema fritti avvolti da una panatura; si propongono con il fritto, come antipasto, secondo o a fine pasto al posto del dolce. Nel pranzo pasquale è usanza mangiare come secondo l’agnello (tipico del teramano) e il fritto (tipico dell’ascolano), in cui vengono serviti tra gli altri i cremini e le olive all’ascolana.

Cremini fritti all'ascolana

Cremini fritti all’ascolana

Ingredienti
4 cucchiai di farina
4 cucchiai di maizena
500 ml latte
4 tuorli
5 cucchiai di zucchero
buccia di mezzo limone

Per la panatura:
2 uova
pangrattato
farina

olio per friggere

Mettere il latte in una pentola, portare ad ebollizione e togliere dal fuoco. Nel frattempo sbattere in una ciotola i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi la farina e la maizena, continuando a sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versare il composto di farina e uova nella pentola insieme al latte e rimetterla sul fuoco aggiungendo la scorza di limone tagliata grossolanamente; mescolare bene la crema con una frusta per evitare che si formino grumi.

Una volta che la crema sarà cotta, rimuovere le scorza di limone, stendere la crema in una teglia (quadrata o rettangolare) rivestita da carta forno e infarinata, e lasciarla raffreddare. Dopodiché tagliarla a cubetti con un coltello.

Infarinare i cubetti di crema e passarli prima nelle uova sbattute poi nel pangrattato. Friggere i cremini in abbondante olio caldo e quando saranno dorati metterli a scolare su della carta assorbente. Buon appetito!

Nota: per evitare che la crema fuoriesca dal cremino durante la frittura, è consigliato fare una doppia impanatura, ripassandoli nell’uovo e nel pangrattato.

Cremini fritti all'ascolana

Se sei curiosa di scoprire altre ricette tipiche marchigiane clicca QUI.

Seguimi anche su Facebook per scoprire le nuove ricette. E per vedere le video ricette iscriviti al canale YouTube!

Per ricevere gratis ogni settimana le nuove ricette sulla tua email, iscriviti alla Newsletter.

 

4 comments on “Cremini fritti all’ascolana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*