TORTA SALATA DI CAVOLFIORE

TORTA SALATA DI CAVOLFIORE – Ricetta di Piero Benigni – Buona e profumata, questa mia torta salata è di una delicatezza unica, paragonabile a quella di uno sformato. Gli ingredienti si uniscono in cottura formando una crema dal sapore coinvolgente che conquista, in genere, anche quelli che non amano troppo il cavolfiore. Si prepara facilmente in circa un’ora e mezzo.

Torta salata di cavolfiore
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 800 gcavolfiore (crudo da mondare)
  • 125 gricotta
  • 2uova
  • 30 gpecorino (o parmigiano)
  • 75 gprosciutto cotto (o Speck, a piacere)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.noce moscata
  • q.b.sale
  • 1 q.b.aceto
  • q.b.pangrattato
  • 1 rotolopasta brisée (o sfoglia)
  • q.b.burro (e farina per teglia)

Per la torta salata di cavolfiore vi servono

  • Forno
  • Fornello
  • Tagliere
  • Coltello
  • Ciotola
  • Pentola o vaporiera
  • Scolapasta o schiumarola
  • Bilancia
  • Forchetta
  • Teglia per crostate da cm 24

La preparazione è molto semplice, basterà che seguiate istruzioni e quantità. Suggerisco la cottura a vapore perché il sapore resta più intenso e inalterato. L’aggiunta facoltativa all’impasto di prosciutto cotto aumenta il sapore, ancor più se si mette lo Speck. Come ulteriore variante è possibile sostituire la ricotta con un mix tra questa e il gorgonzola che lega molto bene col cavolfiore: in tal caso suggerisco 85 g di ricotta e 40 g di gorgonzola. La torta è fatta con una base di pasta già pronta, ma chi vuole potrà ovviamente farla da sé.
  1. Mondate il cavolfiore eliminando foglie, gambo ed eventuali parti nere o danneggiate, poi fatelo a cimette. Ve ne servono 600 g netti.

    COTTURA A VAPORE (CONSIGLIATA)

    Mettetelo in una ciotola con acqua e aggiungete una tazzina da caffè piena per 3/4 di aceto. Ogni tanto muovetelo, dopo 10 minuti toglietelo con una schiumarola senza lavarlo e mettetelo nel contenitore della vaporiera. Il poco aceto che porta con sé eviterà che durante la cottura il suo odore invada la casa. Lessatelo fino a quando non si farà bucare bene dalla forchetta. Fatelo freddare.

    COTTURA PER LESSATURA

    Fate bollire l’acqua nella pentola con aggiunta una tazzina da caffè di aceto. Mettete il cavolfiore e cuocetelo fino a quando non sarà tenero. Buttatelo nel colapasta e fatelo scolare bene. Mettetelo nel mezzo di un canovaccio pulito, tirate su i lembi, fateci una palla e torcendolo e strizzandolo fate uscire l’acqua dalla trama del tessuto. Fatelo freddare.

    PREPARAZIONE DELL’IMPASTO

    Strusciate l’interno della ciotola con lo spicchio d’aglio senza camicia. Mettete il cavolfiore freddo e sfatelo tutto con la forchetta. Aggiungete la ricotta ben sgocciolata dal siero, il parmigiano o pecorino, grattate un po’ di noce moscata, mischiate bene, assaggiate e mettete a punto di sale. A questo punto, se intendete aggiungerlo, mettete anche il prosciutto cotto o Speck tritato finemente. Aggiungete le uova e mischiate intimamente. L’impasto deve essere sodo, quindi se necessario aggiungete del pangrattato e mischiate ancora bene.

  2. Imburrate e infarinate una teglia da crostate da 24 cm. Appoggiateci sopra ben centrata la pasta brisé con la sua carta da forno al di sopra, togliete la carta e mandate la pasta giù nella teglia facendola accostare bene al bordo inferiore. Lasciate il sovrappiù di pasta e bucherellate tutta la base con una forchetta. Spargete uniformemente sopra la base 4 cucchiai di pangrattato.

  3. Trasferite in teglia l’impasto e col sotto di un cucchiaio tenuto bagnato distribuitelo bene fino ai bordi, spianandolo e compattandolo. Rifilate l’eccesso di pasta sul bordo o arrotolatelo, se preferite, contro il bordo stesso come vedete in foto. Spolverate il sopra con altro pangrattato.

  4. Mettete in forno statico a 180-190°C, calore sopra e sotto, posizione sotto quella di metà in altezza cioè la seconda dal basso verso l’alto. Cuocete per 50 minuti o comunque fino a quando la superficie non sarà asciutta, leggermente gratinata e ben consistente premendola col dito. Fate la prova dello stecchino che, infilato nel mezzo, deve uscire asciutto. Questa torta si serve calda, tiepida o a temperatura ambiente, in estate anche fredda.

    CONSERVAZIONE

    Questa torta si conserva per 3-4 giorni in frigorifero, 2 giorni fuori. Può essere congelata, con una durata di 3 mesi nel freezer.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.