Crea sito

SFORMATO DI CAVOLFIORE

SFORMATO DI CAVOLFIORE – Ricetta di Piero Benigni – Semplice, facile e buonissimo, questo sformato è un contorno raffinato oppure un piatto unico che piace a tutti. E’ molto adatto ai giorni di festa o quando avete ospiti, con cui farete un’ottima figura.
La ricetta prevede l’uso di una limitata aggiunta di carne di maiale, che aumenta e perfeziona il sapore altrimenti un po’ monotono del cavolfiore. Potrà essere salsiccia, pancetta sia dolce che affumicata oppure prosciutto cotto, ma potete tranquillamente ometterla se preferite un piatto vegetariano, specialmente se puro contorno.
Di regola lo sformato si consuma caldo, ma a molti piace tiepido o a temperatura ambiente e nei mesi caldi anche freddo. Si conserva bene per 3 giorni in frigorifero, protetto con pellicola da cucina, e potete congelarlo per 3 mesi. Vediamo come si prepara.

Sformato di cavolfiore
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4-6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1cavolfiore medio-piccolo (circa 800 g)
  • 100 gsalsiccia (o pancetta o prosciutto cotto)
  • 1uovo
  • 300 gbesciamella
  • q.b.noce moscata
  • 30 gparmigiano
  • q.b.pangrattato e burro x lo stampo

Per lo sformato di cavolfiore vi serviranno

  • Fornello
  • Forno
  • Padella
  • Tagliere
  • Coltello
  • Cucchiaio di legno
  • Stampo da sformati ad anello da cm 22 oppure da plum-cake da circa 1 litro

  1. Sformato di cavolfiore

    Mondate il cavolfiore, fatelo a cimette e lessatele in acqua salata come quella della pasta fino a che non saranno abbastanza tenere da farsi bucare dalla forchetta. Ci vorranno da 10 a 15 minuti, ma non lessatele di più altrimenti prendono troppa acqua.

    Sbriciolate la salsiccia e passatela in padella con poco olio per rosolarla. Se invece usate della pancetta, fatela a dadini o a striscioline e rosolatela allo stesso modo. Se usate il prosciutto cotto, per il momento ignoratelo.
    Aggiungetelo il cavolo in padella e fatelo cuocere per circa 5 minuti, triturandolo con la forchetta e rimestando spesso per eliminare l’acqua presente. Assaggiate il cavolo e mettetelo a punto di sale se necessario, poi spengete e fate freddare.

  2. Preparate una besciamella con 250 ml di latte, 50 g di farina e 50 g di burro. Salatela a dovere e insaporitela con noce moscata.

  3. In una ciotola adatta aggiungete il cavolo con la salsiccia o la pancetta rosolate, l’ uovo, la besciamella e il parmigiano. Se invece usate del prosciutto cotto, aggiungetelo dopo averlo fatto a striscioline. Aggiungete anche un po’ di pepe, poi mischiate bene.

  4. Imburrate bene lo stampo, spolveratelo di pangrattato e versateci l’impasto. Assestatelo bene e passate in forno statico a 170-180°C, a metà in altezza e con calore sopra e sotto.

  5. Sformato di cavolfiore

    Cuocete fino a che non vedrete la superficie ben colorata, come mostra la foto, ma premetela anche velocemente col dito per sentire che faccia una certa resistenza.

    Alla fine sfornate, fate freddare 5 minuti e rovesciate sul piatto di servizio ben caldo. Se necessario date un colpo secco per far staccare lo sformato.

Nel blog trovate altri buonissimi sformati. I link sono qui sotto
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.