SPAGHETTI COL PESTO DI AGRETTI

SPAGHETTI COL PESTO DI AGRETTI – Ricetta di Piero Benigni – Questi spaghetti sono un piatto buono e delicato che si prepara facilmente e con risultato assicurato. Fateli per i vostri cari ed anche quando avete ospiti, che li apprezzeranno e li ricorderanno a lungo. Potete ovviamente usare altri tipi di pasta lunga o corta, tra cui le tipiche trenette o mafaldine e le trofie.
Gli agretti, che sono chiamati anche barba di frate o barba di cappuccino, hanno molti estimatori: arrivano sui mercati ai primi di marzo e vi restano circa due mesi. Si cucinano in genere semplicemente bolliti e conditi all’agro, cioè con sale, succo di limone e olio, ma ve li voglio presentare in una ricetta diversa.

Spaghetti col pesto di agretti
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone

  • 160 gspaghetti
  • 300 gagretti, cotti, bolliti (peso da crudi all’acquisto)
  • 2 cucchiaiparmigiano Reggiano DOP
  • 50 gpancetta (tesa)
  • 2 spicchiaglio
  • q.b.sale
  • 1 cucchiaiopinoli
  • 50 golio di oliva (5 cucchiai)

Per gli spaghetti col pesto di agretti vi serviranno

  • Fornello
  • Pentola
  • Padella
  • Tagliere
  • Coltello
  • Grattugia
  • Frullatore a immersione
  • Contenitore per frullare
  • Forchettone di legno
  • Scolapasta
  • Bilancia

Ricetta di Piero Benigni

L’esecuzione della ricetta è facile e senza problemi. Vi serviranno 300 g di agretti all’acquisto: per prima cosa mondateli. Essi hanno spesso un peduncolo rosso che è la parte inferiore del gambo, mentre altre volte vengono posti in commercio senza. In ogni caso levatelo se c’è, poi buttateli in una ciotola con acqua e teneteli così per qualche minuto.

Nel frattempo tagliate uno dei due spicchi d’aglio a metà e serbatelo per il pesto, poi tritate il rimanente. Fate a striscioline non troppo piccole la pancetta salata, grattate e pesate il parmigiano, pesate i pinoli. Come formaggio potete anche usare la classica mistura di metà parmigiano e metà pecorino sardo che si usa per il pesto di basilico.

Fate bollire nella pentola l’acqua con aggiunto il sale come per la pasta e buttateci gli agretti. Sbollentateli per 4 minuti di effettiva bollitura, poi levateli con una schiumarola e passateli in un colapasta. Conservate nella pentola la loro acqua di cottura, in cui cuocerete la pasta. Appena raffreddati prendeteli dal colapasta, strizzateli bene con le mani e divideteli in due parti: con una farete il pesto, l’altra andrà a condire gli spaghetti.

Per fare il pesto prendete un contenitore adatto e metteteci 1 cucchiaio colmo di pinoli, 2 cucchiai colmi di parmigiano, il mezzo spicchio d’aglio a pezzetti, la metà degli agretti, 4 o 5 cucchiai di olio di oliva e 1 pizzico di sale. Frullate col pimer fino a che non avrete una crema omogenea e assaggiate se è a punto di sale, regolando se necessario e frullando ancora per farlo sciogliere. Il pesto è pronto.

Buttate la pasta nella pentola con l’acqua degli agretti bollente. In padella mettete poco olio, l’aglio tritato, la pancetta e fate rosolare a fuoco dolce fino a che il suo grasso non sarà diventato trasparente, poi aggiungete la metà restante degli agretti senza tagliarli ma ben strizzati. Rimestate, fateli asciugare e aspettate che gli spaghetti siano ben al dente, poi scolateli e aggiungeteli in padella ma conservate una buona tazza della loro acqua di cottura.

Terminate la cottura rimestando e saltando in padella aiutandovi se necessario con qualche cucchiaio di acqua di cottura, poi spengete il fuoco e versate sopra gli spaghetti il pesto. Girate bene e servite subito, con altro parmigiano a disposizione. Buon appetito!

Anche se il piatto non avrebbe problemi di conservazione, per le sue caratteristiche di profumo e sapore non consiglio di conservarlo in frigo né di congelarlo. Il pesto si conserva invece diversi giorni in frigorifero coperto a filo di olio ed è anche congelabile, con una durata di 3 mesi nel freezer. Se si congela, sarebbe meglio farlo senza formaggio e aggiungerlo una volta decongelato.

Il pesto di questa ricetta è buonissimo anche da solo per condire pasta, riso, lasagne, pesce, patate lesse ed anche per fare degli ottimi crostini.
  1. Spaghetti col pesto di agretti

    Mentre la pasta cuoce nell’acqua degli agretti, si prepara il condimento in padella

  2. Un appetitoso piatto di trenette condite col solo pesto di agretti

Se la ricetta ti piace, clicca  QUI  e, se non c’è già, metti il tuo MI PIACE sulla homepage di
Facebook come nella figura: per me è molto importante e tu riceverai le nuove ricette. Grazie!
4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *