Crea sito

Sbriciolata fredda con crema al limone e amaretti

sbriciolata fredda con crema

Oggi vi voglio coccolare con una ricetta davvero speciale realizzata per la mia mamma. Qualche giorno fa la mia mamma mi ha detto di aver visto, in giro sul web, una “specie di crostata senza cottura con tanta crema”! “Sembrava così golosa perché non la prepari per domenica”?! Non essendo tanto pratica con internet non mi ha saputo dare informazioni maggiori sulla fonte e così ho deciso di farla lo stesso ma a modo mio! Così è nata questa golosissima Sbriciolata fredda con crema al limone e amaretti. Facilissima da fare, delicata e dal profumo irresistibile! Un guscio di biscotti sbriciolati racchiude una crema al limone vellutata e davvero deliziosa! La Sbriciolata fredda con crema al limone e amaretti è il dolce perfetto per ogni occasione, semplice ma dal successo assicurato! Che ne dite, la prepariamo insieme? Ecco gli ingredienti.

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Torta mele e mandorle morbidissima e golosissima
Crostata favola con crema pasticcera e crema al cioccolato
Sformato di cavolfiore senza besciamella con prosciutto cotto e mozzarella
Polpette di salmone con zucca e cavolo toscano
Zucca patate e finocchi gratinati contorno facile e gustoso
Orata al forno con arancia e limone
Lonza di maiale al latte morbida e succosa

sbriciolata fredda con crema
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzionicirca 8 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la base

  • 200 gbiscotti secchi
  • 100 gamaretti
  • 130 gburro
  • 1limone (scorza grattugiata)

Per la crema al limone

  • 500 glatte intero (fresco)
  • 3tuorli
  • 120 gzucchero
  • 40 gamido di mais (maizena)
  • 1limone (scorza grattugiata)

Per la decorazione

  • 1amaretti
  • 15 ggranella di mandorle
  • q.b.zucchero a velo

Preparazione

Preparazione crema pasticcera

  1. Mettete sul fuoco una casseruola con il latte e la scorza grattugiata di mezzo limone possibilmente biologico. Preferisco usare la scorza grattugiata perchè la crema avrà un sapore di limone ancora più intenso.

  2. Se preferite potete usare la buccia intera e toglierla una volta che la crema sarà cotta invece di grattugiarla.

  3. Per aromatizzare la crema al posto del limone potete usare i semi di una bacca di vaniglia oppure mezzo cucchiaino di cannella in polvere.

  4. Fate scaldare il latte a fuoco minimo. Nel frattempo separate i bianchi dai rossi. Mettete da parte i bianchi in una ciotola, coperta con pellicola per alimenti e conservate in frigo.

  5. Sbattete per bene i tuorli con lo zucchero per circa 5 minuti fino ad ottenere un composto giallo e spumoso. Potete usare sia una frusta da cucina che il frullatore elettrico.

  6. Unite la scorza grattugiata dell’altra metà del limone e amalgamate. Versate ora l’amido di mais setacciato (oppure la fecola di patate o la farina 00), un po’ alla volta per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

  7. Appena il latte è ben caldo (non bollente) versatelo sul composto montato e mescolate subito con una frusta giusto un attimo.

  8. Versate di nuovo tutto il composto nella casseruola e rimettetelo sul gas. Fate cuocere la crema mescolando a lungo, con l’aiuto di una frusta da cucina, a fuoco medio.

  9. Appena la crema inizia a “sbuffare” togliete immediatamente dal fuoco e versatela in un recipiente (possibilmente di ceramica, non di plastica), coprite con una pellicola per alimenti per evitare che si formi la pellicina in superficie e lasciate raffreddare.

Preparazione base

  1. Fate sciogliere il burro al microonde oppure sul fuoco, a bagnomaria, ovvero mettete il burro in un pentolino e mettete il pentolino in una casseruola con 3-4 dita di acqua, fate sciogliere a fiamma minima.

  2. Nel frattempo mettete i biscotti secchi e gli amaretti nel mixer e frullate fino ad ottenere una farina. Oppure mettete tutti i biscotti in un sacchetto per alimenti e con un mattarello tritateli finemente.

  3. Aggiungete ai biscotti tritati il burro sciolto e azionate di nuovo il frullatore per amalgamare il tutto per 3-4 secondi, oppure se li avete sbriciolati con il matterello mettete i biscotti in un ciotola, versate il burro sciolto sopra e mescolate con un mestolo per amalgamare.

  4. Grattugiate la scorza di mezzo limone e unitela al composto sbriciolato. Frizionate con le dita i biscotti con la scorza grattugiata. In questa maniera assorbiranno il profumo del limone e il risultato sarà fantastico!

  5. Mettete da parte un po’ del composto sbriciolato per la decorazione. Versate il resto in una tortiera a cerniera (20-22 cm), preferibilmente rivestita con carta forno.

  6. Con l’aiuto delle vostre mani o con un cucchiaio, premete bene fino a formare un fondo compatto. Mettete ora la teglia nel frigorifero per almeno 10 minuti (mi raccomando non in freezer).

  7. sbriciolata fredda

    Trascorso il tempo riprendete la base, versate sopra la crema pasticcera ormai fredda e livellate delicatamente per spanderla in maniera uniforme.

  8. Prendete le briciole messe da parte e ricoprite tutta la superficie. Riponete in frigo la sbriciolata fredda per tutta la notte così che la crema potrà rassodare.

  9. Poco prima di servire la vostra sbriciolata toglietela dallo stampo, decorate con una manciata di granella di mandorle, un amaretto e una spolverata di zucchero a velo.

  10. Et voilà, la vostra bella e golosissima Sbriciolata fredda con crema al limone e amaretti è pronta per conquistare tutti!

    Ricetta e Foto Gabry © – tutti i diritti riservati

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.