Crea sito

Diplomatici monoporzione ricetta dolce tradizionale

diplomatici monoporzione

Non so voi ma se c’è un dolce di pasticceria che adoriamo in famiglia (soprattutto la mia mamma) è il famoso diplomatico. Quando ero ragazzina il mio papà ogni domenica si concedeva un vassoio di paste e tra queste i diplomatici non mancavano mai. I diplomatici monoporzione sono un dessert davvero golosissimo. Non sono difficili da realizzare, ci vuole solo un po’ di pazienza ma il risultato finale ne vale decisamente la pena. Non mi posso dimenticare la faccia che facevamo quando mamma e papà, nel mangiarli, si sporcavano con lo zucchero a velo! Io e mia sorella ci mettevamo a ridere senza pensare che anche noi avevamo i “baffi” innevati di zucchero a velo! Momenti che non si dimenticano e che questi diplomatici monoporzione fanno tornare in mente. Lo sapevate perchè si chiamano diplomatici? Perchè sono farciti con una crema davvero speciale. Crema pasticcera e crema Chantilly insieme diventano la famosa crema Diplomatica. Che ne dite allora, li prepariamo insieme questi diplomatici monoporzione? Non ve ne pentirete, parola di Gabry 😉

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Lasagna radicchio gorgonzola e noci
Baccalà in bianco con olive e cipolla in padella
Rollè farcito con funghi cotto in padella
Spaghetti cime di rapa e acciughe con pangrattato tostato
Tartufini al limone ricetta senza cottura
Baccalà in padella con olive e patate
Conchiglie al forno con macinato funghi e besciamella
Polenta pasticciata al forno con funghi macinato e mozzarella
Panettone farcito con mascarpone e crema di pistacchi

ricetta diplomatico monoporzione
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Porzionicirca 10 pezzi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il pan di spagna

  • 3uova (medie intere)
  • 90 gzucchero
  • 45 gamido di mais (maizena)
  • 45 gfarina 00

Per la crema

  • 3tuorli
  • 70 gzucchero
  • 500 glatte intero
  • 25 gamido di mais (maizena) (o farina 00)
  • 1scorza di limone
  • 100 gpanna fresca liquida (+ 30 grammi di zucchero a velo)

Per la base

  • 1 rotolopasta sfoglia

Per la bagna

  • 1 bicchierealchermes (circa)

Altri ingredienti

  • q.b.zucchero a velo

Preparazione

Preparazione pan di spagna

  1. Per preparare il pan di spagna utilizzo il metodo a freddo, ovvero monto le uova intere con lo zucchero, senza separare tuorli da albumi.

  2. In una ciotola rompete le uova intere che devono essere rigorosamente a temperatura ambiente.

  3. Unite lo zucchero e montate con uno sbattitore elettrico (meglio una planetaria) per circa 15-20 minuti, non di più.

  4. Aggiungete al composto, un po’ alla volta, farina e amido di mais setacciati, facendo attenzione a non smontare il tutto.

  5. Questa operazione va fatta rigorosamente a mano senza utilizzare la frusta elettrica e senza fretta.

  6. E’ preferibile aggiungere le farine poco per volta per evitare la formazione di grumi, con movimenti dall’alto verso il basso.

  7. Ovviamente come la ricetta tradizionale vuole non si usa il lievito per fare il pan di spagna 😉

  8. Versate l’impasto in una teglia rettangolare (circa 20 cm) imburrata e infarinata o rivestita con carta forno.

  9. Cuocere per circa 25-30 minuti a circa 170° forno statico preriscaldato. NON APRITE MAI il forno durante la cottura.

  10. Solo dopo che sono passati circa 30 minuti fate una prova velocemente, toccando delicatamente il pan di spagna in superficie.

  11. Se è pronto sfornate altrimenti proseguite la cottura per qualche altro minuto, sempre tenendo d’occhio il forno.

  12. Una volta pronto tirate fuori il pan di spagna dal forno, toglietelo dallo stampo e fatelo raffreddare su una gratella.

Preparazione crema

  1. Mettete sul fuoco una casseruola con il latte fresco intero, la scorza grattugiata di mezzo limone precedentemente lavato e accendete a fiamma minima.

  2. A parte montate i rossi d’uovo con lo zucchero e l’altra metà di scorza di limone grattugiata.

  3. Dovete ottenere un composto spumoso e chiaro. Potete usare sia una frusta a mano che un frullatore elettrico.

  4. Poi, sempre continuando a sbattere, unite un po’ alla volta, l’amido di mais (o farina 00) setacciato e amalgamate.

  5. Nel frattempo il latte sarà diventato ben caldo (non bollente), versatelo sul composto di tuorli, mescolate subito e versate di nuovo tutto nella casseruola.

  6. Rimettete la casseruola sul fuoco e fate cuocere la crema mescolando di continuo. Ci vorranno circa 10 minuti.

  7. Appena comincia ad addensarsi e a “sbuffare” togliete subito dal fuoco. Versate la crema in una ciotola, coprite pellicola e fate raffreddare.

Cottura pasta sfoglia

  1. Prendete il rotolo di pasta sfoglia rettangolare tagliatelo a metà e mettetelo su una teglia insieme alla carta forno.

  2. Bucherellate con una forchetta tutta la superficie (altrimenti si gonfierebbe eccessivamente).

  3. Spolverate generosamente con zucchero a velo (servirà a dare un aspetto più lucido alla vostra sfoglia).

  4. Fate cuocere in forno preriscaldato per circa 12-15 minuti a 180°, modalità statica. Appena è pronto sfornate e fate raffreddare.

Crema diplomatica

  1. Quando la crema pasticcera è ormai fredda possiamo trasformarla in crema diplomatica!!

  2. Prendete una ciotola, mettete all’interno la panna fresca per dolci e 30 grammi di zucchero a velo.

  3. Montate con le fruste elettriche fino ad ottenere una vellutata e golosissima crema che si chiama Chantilly.

  4. A questo punto riprendete la crema pasticcera, mettete all’interno un paio di cucchiai di crema Chantilly.

  5. Amalgamate con lo sbattitore elettrico per qualche minuto per rendere di nuovo morbida la crema pasticcera.

  6. Spegnete lo sbattitore, aggiungete tutto il resto della crema Chantilly e amalgamate bene con una spatola.

  7. Da questo unione nasce la famosa crema Diplomatica usata per farcire i diplomatici monoporzione.

Assemblaggio

  1. Prendete il pan di spagna, sovrapponete sopra la base di pasta sfoglia per prendere le misure.

  2. Ritagliate tutt’intorno i bordi del pan di spagna eventualmente in eccesso per renderlo uguale alla sfoglia.

  3. Versate metà della crema diplomatica sulla sfoglia e spalmatela bene con una spatola.

  4. Bagnate per bene il pan di spagna con l’Alchermes. Io non l’ho diluito per conservare il suo bel colore vivace. Potete anche allungare l’Alchermes con acqua.

  5. Se preparate i diplomatici per dei bambini potete ovviamente bagnare il pan di spagna con succo di arancia, ananas o succo di fragole.

  6. Importante: la bagna deve essere generosa altrimenti il pan di spagna non si ammorbidisce e i diplomatici saranno troppo asciutti.

  7. Dopo aver bagnato bene la superficie e i lati del pan di spagna capovolgetelo e sistemate il lato bagnato sulla crema.

  8. Bagnate ovviamente anche l’altra superficie di pan di spagna. Ricoprite con la rimanente crema Diplomatica livellando con una spatola.

  9. Sovrapponete l’altra metà di sfoglia e decorate la superficie con abbondante zucchero a velo.

  10. Ora con un coltello affilato tagliate la sfoglia per realizzare tanti diplomatici monoporzione.

  11. Scegliete voi la dimensione di ogni singolo diplomatico. Al massimo con queste dosi potrete ottenere circa 10 pezzi della dimensione che vedete in foto.

  12. Spero che questa ricetta vi sia piaciuta e che farete presto questi deliziosi diplomatici monoporzione. A casa sono spariti in un attimo!

  13. Per qualsiasi dubbio o informazione scrivetemi pure nei commenti.

    Ricetta e Foto Gabry © – tutti i diritti riservati

  14. Se dovesse avanzare un po’ di crema niente paura. Riponetela in frigo, si farà mangiare a cucchiaiate senza difficoltà!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.