Crea sito

Spaghetti cime di rapa e acciughe con pangrattato tostato

spaghetti cime di rapa e acciughe

Quando bisogna fare i conti con il tempo che ci scappa dalle mani bisogna essere il più pratici possibili, soprattutto in cucina! La ricetta di oggi è perfetta per chi va sempre di fretta ma non vuol rinunciare ad un bel piatto di pasta! Ecco la mia proposta, Spaghetti cime di rapa e acciughe con pangrattato tostato. Un piatto povero ma così gustoso da non credere! Ingredienti semplici ed economici che messi insieme regalano un gusto ed un sapore davvero incredibili! Ho scoperto da poco una passione per le acciughe e in dispensa non manca mai una confezione pronta all’uso! Si possono preparare tante ricette davvero sfiziose e con pochi euro. Che ne dite, li prepariamo insieme questi spaghetti con cime di rapa e acciughe?! Vediamo gli ingredienti che occorrono 😉

Altre ricette sfiziose che potrebbero interessarti:
Spaghetti alla zingara ricetta veloce con tonno capperi e acciughe
Pasta piselli prosciutto e panna
Pasta e fagioli cremosa ricetta veloce
Spaghetti con acciughe e capperi con pangrattato tostato
Minestra di rape e fagioli ricetta veloce ed economica

spaghetti cime di rapa e acciughe
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gspaghetti
  • 400 grape, cotte, bollite
  • 35 gacciughe sott’olio
  • 1 spicchioaglio
  • 60 gpangrattato (1 cucchiaio a persona)
  • q.b.olio di oliva
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Per preparare i vostri spaghetti con cime di rapa e acciughe cominciate col pulire le cime di rapa. Lavatele per bene ed eliminate le parti più dure.

  2. Per ottenere 400 grammi di cime di rapa cotte ve ne serviranno circa 500 crude. Io le avevo già lessate in frigo ma il peso di conversione da crude a cotte varia di circa 10 grammi in meno.

  3. Prendete una casseruola bella capiente, mettete l’acqua all’interno e portate ad ebollizione. Buttate poi le cime di rapa, salate e fate lessare per circa 15 minuti.

  4. Una volta cotte strizzatele per bene e mettetele in un colino per farle intiepidire. Nel frattempo prendete una casseruola capiente e versate all’interno un po’ di olio di oliva.

  5. Regolatevi per la quantità di olio in base ai vostri gusti ma siate comunque generosi perchè in questa ricetta il condimento è povero 😉

  6. Accendete il fornello e fate sfrigolare uno spicchio di aglio, anche 2 se vi piace 😉 Aggiungete anche le acciughe sott’olio e fatele sciogliere nell’olio.

  7. Se volete potete lasciare da parte un’acciuga a testa per decorare il piatto finale 😉 Tagliuzzate con le forbici le cime di rapa e mettetele insieme al resto del condimento.

  8. Fate andare a fiamma bassa per qualche minuto e quando le acciughe saranno diventate quasi una crema spegnete il fuoco e mettete da parte.

  9. Ora preparate il pangrattato tostato. Prendete una padella, mettete all’interno un paio di cucchiai di olio di olive e il pangrattato. A fuoco bassissimo fatelo tostare.

  10. Mi raccomando, dovete fare attenzione a non far bruciare il pangrattato altrimenti il sapore finale del piatto sarà pregiudicato.

  11. Girate spessissimo il pangrattato e una volta che sarà diventato bello dorato spegnete il fuoco e mettete da parte.

  12. Ora lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata. Io ho preferito non usare l’acqua di cottura delle cime di rapa per cuocere gli spaghetti.

  13. Se vuoi preferite però potete tranquillamente non buttare l’acqua di cottura delle rape ed usarla per lessare gli spaghetti.

  14. Scolateli al dente all’interno della padella con il condimento, amalgamate giusto un minuto per farli insaporire e poi spegnete il gas.

  15. Spargete sopra il pangrattato tostato, amalgamate con una spatola e impiattate. Decorate ogni piatto con le acciughe che avevate messo da parte e servite subito.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.