Pitta di patate salentina

Pitta di patate salentina piatto tipico del salento, simile ad un gateau di patate. Esistono numerose versioni di questo rustico,a me la ricetta è stata data da un’anziana signora, mentre ero in spiaggia nel salento, ed io l’ho rifatta alla lettera. Ho solo usato ingredienti del mio territorio (quello campano), non avendo a disposizione pecorino salentino ed olive nere salentine. Il risultato è stato davvero soddisfacente, a noi è piaciuto tanto.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgPatate
  • 2Uova
  • 100 gpecorino salentino (oppure parmigiano o altro pecorino)
  • qualchefoglia menta (oppure origano )
  • 500 gCipolle dorate (io ho usato cipolle rosse di Tropea)
  • qualchepomodorino maturo
  • 1 tazza da caffèpassata di pomodoro
  • 250 golive nere salentine
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • 250 gscamorza
  • 2 cucchiaiCapperi sotto sale
  • 2 cucchiaiPane grattugiato
  • q.b.sale e pepe

Preparazione

  1. Lavare le patate, metterle in una pentola, coprirle di acqua fredda e lasciarle cuocere per circa un’ora.

  2. Nel frattempo affettare sottilmente le cipolle e farle dorare in padella con l’olio, il fuoco deve essere basso e le cipolle devono appassire, non friggere, se occorre bagnarle con un goccino d’acqua calda. Dopo una decina di minuti unire al soffritto la polpa di pomodoro un pizzico di sale e continuare la cottura fino al restringimento del sugo. Unire quasi alla fine le olive ed i capperi, aggiungere anche i pomodorini tagliati e far insaporire il tutto per pochi minuti.

  3. Pelate e schiacciatele patate con la schiacciapatate, unire le uova intere, il formaggio, poco sale, le foglioline di menta spezzettata oppure l’origano e un paio di cucchiaio di condimento che servirà a dar colore alla pitta. Impastare il tutto mescolando bene con un cucchiaio.

  4. Ungere d’olio una teglia e stendere metà delle patate livellandole bene. Versare sopra il sugo con le cipolle e aggiungere la scamorza tagliata.

  5. Ricoprire con un altro strato di patate e irrorare la superficie di olio; completate con una spolverata di pan grattato.  Cuocere in forno, già caldo, a 200°C per circa 30 minuti, ovvero fino alla doratura
    La pitta si mangia tiepida o ancor meglio fredda.

Commenti

commenti

Precedente Crostata di mele con panna Successivo Funghi chiodini con pomodorini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.