Pollo alla cacciatora in bianco

Il Pollo alla cacciatora in è un gustoso secondo che affonda le radici nella tradizione culinaria italiana. In giro per la penisola si trovano differenti varianti che prevedono l’utilizzo di diversi ingredienti. Il Pollo alla cacciatora in bianco è una ricetta semplice e con pochi ingredienti. Vediamo cosa occorre per la preparazione della ricetta.

Pollo alla cacciatora in bianco
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 35 – 40 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 – 6 Persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 800 g Pollo
  • 1 Carote
  • 1 Cipolle
  • Sedano (1 costa)
  • q.b. Rosmarino
  • q.b. Olio
  • 1 bicchiere Vino bianco
  • q.b. Alloro
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione del Pollo alla cacciatora in bianco dalle verdure del soffritto. Con un coltello affilato tritate finemente la costa di sedano, la cipolla e la carota. Mettete sul fuoco una padella e versate un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungete il trito di verdure e fate soffriggere per qualche minuto. Quando le verdure si saranno appassite aggiungete i pezzi di pollo. La ricetta tradizionale  prevede l’utilizzo di un pollo intero tagliato a pezzi ma in alternativa si possono utilizzare anche solo le cosce o le sovracosce. Continuate la cottura fino quando la pelle del pollo inizia ad assumere un colore dorato.

  2. Quando la carne e le verdure saranno rosolate per circa 10 minuti a fiamma bassa, sfumate con un bicchiere di vino bianco ed aggiungete un rametto di rosmarino e qualche foglia d’alloro. Coprite il tegame con un coperchio e fate cuocere per almeno altri 20 minuti aggiungendo dell’acqua se necessario, A cottura terminata aggiungete del prezzemolo fresco tritato finemente, impiattate e servite il Pollo alla cacciatora in bianco ai vostri commensali.

  3. Potete arricchire la ricetta aggiungendo delle olive verdi o quelle taggiasche. Aggiungendo i pomodori pelati in cottura si ottiene la versione tradizionale della ricetta.

Note

Precedente Carne alla pizzaiola Successivo Patate hasselback con speck e scamorza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.