Tartufini al cocco e al tiramisù su decorazione al caramello

Vi presento i miei tartufini al cocco e al tiramisù! Un dolce presentato in un modo molto scenografico che lascerà tutti a bocca aperta. Sembra difficile da fare ma in realtà non lo è affatto! Provate a farlo anche voi e vedrete che mi darete ragione!

Clicca QUI per altre dolci ricette!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • CucinaItaliana

Tartufini al “tiramisù”

  • 45 gMascarpone
  • 10 mlCaffè
  • 1/3 cucchiaioZucchero
  • 75 gColomba
  • Cacao amaro in polvere

Tartufini al cocco

  • 90 gRicotta
  • 45 gCocco rapè (o farina di cocco)
  • 15 gZucchero a velo
  • Cocco rapè (per decorare)

Caramello

  • 75 gAcqua
  • 175 gZucchero

Preparazione tartufini al “tiramisù”

  1. Prendete una colomba, o un pandoro, va bene anche un panettone, e mettete in una ciotola la parte interna che andrete a sfilacciare con le mani. Se usate la colomba o il panettone fate attenzione ad eliminare uvetta e canditi che andrebbero a “rovinare” il gusto del tiramisù che vogliamo ottenere.

  2. Unite il mascarpone, il caffè e lo zucchero e con le mani mescolate fino ad ottenere un composto abbastanza compatto. Lasciate compattare in frigo per 30 minuti, coprendo la ciotola con della pellicola.

  3. Passati i 30 minuti, con le mani formate delle palline. Passatele nel cacao amaro e poi mettete i vostri tartufini al tiramisù nuovamente in frigo fino a quando non dovrete servirli.

Preparazione tartufini al cocco

  1. In un piatto o in una ciotola unite la ricotta, lo zucchero a velo e il cocco rapè (sulle confezioni al supermercato potreste trovarlo anche come cocco raspato). Lavorate il tutto con l’aiuto di un cucchiaio fino ad ottenere un composto come in foto.

  2. Formate delle palline con le mani, passatele nel cocco per decorarle e mettete i vostri tartufini al cocco in frigo per almeno 30 minuti.

Preparazione caramello

  1. Per il caramello mettete in una padella lo zucchero e fatelo sciogliere versando l’acqua filo e mescolando contemporaneamente. Accendete il fornello a fiamma media e portate ad ebollizione. Il caramello è pronto ad una temperatura che va dai 165 ai 175 gradi. Superata quella temperatura si brucierà e sarà inutilizzabile.

  2. Io tolgo il caramello dal fuoco una volta raggiunti i 170 gradi per ottenere questo colore non troppo chiaro e neanche troppo scuro.

    Poco prima della fine della cottura del caramello, preparate il un mattarello coprendolo con della carta forno. Versate il caramello ancora caldo sul mattarello e lasciatelo raffreddare per almeno 30 minuti.

Composizione

  1. Quando il caramello si è raffreddato, con calma e delicatezza, staccatelo dalla carta forno e mettetelo in un piatto. Sistemate due tartufini per tipo agli estremi della decorazione al caramello e completate con della frutta fresca (io ho usato dei mirtilli e una fragola). A piacere decorate con della polvere di biscotto secco (tipo oro saiwa o mcvities). Buon appetito!

  1. social

    Non dimenticate di seguirmi anche su instagram @lacucinadiyuto, Youtube e su Facebook La cucina di Yuto

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.