Crea sito

Come conservare le noci appena raccolte

Come conservare le noci appena raccolte

Come conservare le noci appena raccolte
Come conservare le noci appena raccolte

Quando raccogliere le noci? L’ideale sarebbe raccogliere le noci quando sono ancora attaccate all’albero all’interno del mallo in modo da avere un prodotto pulito che non abbia bisogno di grosse lavorazioni.

Chi però non è un grande proprietario terriero e si trova a raccogliere noci ad uso casalingo, spesso si trova a raccoglierle da terra quando si sono già naturalmente staccate dall’albero e magari stanno anche per uscire dal mallo. In tal caso ci sarà bisogno innanzitutto di pulire le noci per liberarle dal terriccio che sicuramente le avrà sporcate. Due sono le possibilità o sfregarle una ad una con una spazzola dalla setole fitte e rigide oppure lavarle.  L’uso della spazzola è possibile quando ci si ritrova a dover lavorare piccole quantità di noci, in tal caso bisognerà sfregare noce per noce con la spazzola in modo da pulire per bene la superficie esterna delle stesse. In caso di ingenti quantità di noci l’uso della spazzola è praticamente impossibile, bisognerà lavare quindi le noci con acqua corrente sfregandole per bene con le mani in modo da eliminare tutti i residui di terra.

Le noci pulite e prive di terra potranno essere conservate sia come prodotto secco che come prodotto secco. Se si vuole un prodotto che duri nel tempo, bisognerà essiccarle in modo tale da poterle conservare per qualche anno. Se se vuole conservare la noce fresca, questa potrà essere conservata da 1 a 6 mesi in base al metodo di conservazione che vi spiegherò più sotto.

 

come conservare le noci appena raccolte

 

Come essiccare le noci?

Se si ha la fortuna di poter trattare le noci in giornate asciutte e soleggiate, l’ideale sarebbe stendere al sole in un luogo asciutto su un telo traspirante e lasciarle al sole per 3-4 giorni smuovendole di tanto in tanto. Di notte si dovrà però avere l’accortezza di portarle al riparo dall’umidità e dalla brina. Se invece si hanno di fronte giornate di pioggia, le noci dovranno essere stese su un telo traspirante in una stanza ventilata e deumidificata in modo che possano asciugarsi evitando la formazione di muffe. Dovranno essere scosse anch’esse e dovranno riposare per 5-6 giorni. Se si ha a disposizione un congelatore abbastanza capiente, prima di stendere le noci sul telo le si può congelare per 48 ore in modo da bloccare sul nascere la formazione delle muffe. In seguito poi si stenderanno sul telo per 5-6 giorni nella stanza ventilata e deumidificata. Se fuori piove e non si ha a disposizione un ambiente in cui poterle asciugare, basterà mettere le noci in forno ventilato o a forno semi aperto alla minima temperatura e lasciarle lì fino a che la noce non risulterà asciutta.

Qualunque sia stato il metodo di asciugatura scelto, ad asciugatura completata le noci andranno conservate negli appositi sacchetti a rete in un luogo fresco e asciutto lontano da fonti di calore o da sorgenti luminose dirette. Le noci potranno essere così tenute per 1-2 anni.

 

come conservare le noci appena raccolte

 

Come conservare le noci fresche?

Se si preferisce conservare la noce fresca, senza essiccarla, questo può essere ottenuto o attraverso il congelamento oppure attraverso la conservazione in frigorifero. In entrambi i casi le noci andranno inserite in contenitori ermetici o meglio ancora sottovuoto, sigillati e conservati in frigorifero per 1-3 mesi oppure in congelatore per 4-6 mesi.

Per scoprire tante ricette con le noci sia dolci che salate cliccare QUI .

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.