Riso venere alla cantonese

Riso venere alla cantonese. Non amo particolarmente la cucina orientale, ma il riso alla cantonese mi piace, sia ancora caldo, appena preparato, sia freddo nelle afose serate estive…Di solito uso il riso basmati, ma questa volta ho voluto provare con il riso venere…. L’effetto cromatico dato dal contrasto del colore nero del riso e i colori degli ingredienti base (prosciutto, piselli e uova) soddisfa la vista e il gusto particolare soddisfa il palato alla grande……

Riso venere alla cantonese - Così cucino io
Riso venere alla cantonese – Così cucino io

Ingredienti:

200 gr. di riso venere

150 gr. di piselli surgelati

100 gr. di prosciutto cotto in una sola fetta

2 uova

mezzo scalogno

q.b. di olio extravergine di oliva (sarebbe previsto l’olio di sesamo, ma non ne avevo!)

sale

pepe

q.b. di salsa di soia

Riso venere alla cantonese - Così cucino io
Riso venere alla cantonese – Così cucino io

Lessare il riso in abbondante acqua salata (40 minuti di cottura), scolarlo e farlo raffreddare.

Lessare i piselli per circa 20 minuti in acqua bollente.

Ungere una padella con olio extravergine di oliva, scaldarla e versarvi le uova leggermente sbattute ed insaporite con sale, pepe e mezzo scalogno tritato e mescolare velocemente con un mestolino di legno finchè si rapprendono. Versare le uova strapazzate in un piatto e tagliuzzarle in briciolone.

Tagliare il prosciutto in piccoli dadi.

Aggiungere 1-2 cucchiai di olio extravergine di oliva nella padella dove si sono cotte le uova, versarvi il riso e farlo insaporire.

Aggiungere al riso il prosciutto, i piselli e le uova strapazzate, cuocere qualche minuto per amalgamare i gusti, allontanare dal fuoco, completare con salsa di soia, mescolare e servire……….

Buon appetito!

[avatar user=”eleme” size=”thumbnail” align=”center” link=”attachment” target=”_blank”]Semplicità e tradizione in tavola[/avatar]

 

Precedente Straccetti di pollo ai peperoni Successivo Insalata di valeriana, fagioli e stracciatella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.