Crea sito

PANISSA GENOVESE

Panissa genovese una ricetta ligure ovviamente che si prepara solo con farina di ceci e acqua. La panissa è una ricetta davvero facilissima da preparare, potete mangiarla come secondo piatto condita con olio e sale oppure tagliarla a listarelle e friggerla in olio bollente come aperitivo. Per la panissa genovese dovrete usare gli stessi ingredienti che usate solitamente per la FARINATA GENOVESE ovvero farina di ceci, acqua e sale e come avrete capito è davvero semplicissima. La mia mamma è cintura nera di panissa infatti questa ricetta arriva direttamente da lei, in famiglia piace a tutti la panissa ma mi rendo conto che fuori da Genova in molti non la conoscono e non sanno come farla quindi ho pensato che sarebbe stata una buona idea scrivervi la ricetta per fare la panissa genovese e poi magari, in tempi migliori di questi ovviamente, un giorno potreste venire a provarla direttamente a Genova. In questo periodo siamo tutti chiusi in casa per l’emergenza sanitaria in corso per il Coronavirus quindi andiamo poco a fare la spesa ma in casa io avevo un pacchetto di farina di ceci quindi per stasera credo preparerò la panissa genovese. Voi ne avete di farina di ceci? Volete provare a fare la panissa genovese insieme a me? Iniziamo subito! Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI) e il mio account Instagram (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 20 Minuti
  • Porzioni4 Persone

Ingredienti

  • 300 gFarina di ceci
  • 900 gAcqua
  • Mezzo cucchiainoSale

Preparazione

  1. Mettete in una ciotola la farina di ceci e il sale e fate un buco al centro.Iniziate ad aggiungere acqua a poco a poco mescolando con una frusta a mano in modo da non creare grumi.

    Quando avrete unito tutta l’acqua necessaria e il composto sarà liscio e fluido trasferitelo in una pentola.

    Fate cuocere la panissa genovese per circa 1 ora e 20 mescolando continuamente in modo che non si attacchi sul fondo e fino a che vedrete che si sarà creato un composto più sodo.

    Versate la panissa genovese su un piatto oleato oppure in un contenitore oleato e spalmatela con la spatola inumidita.

    Lasciate raffreddare la panissa genovese a temperatura ambiente poi mettetela in frigo e fatela rassodare per circa 1 ora.

    Una volta che la panissa genovese sarà completamente raffreddata decidete voi come volete servirla.

    PANISSA CONDITA

    Potete tagliare la panissa a quadretti e condirla con cipollotto fresco a fettine, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

    PANISSA FRITTA

    Potete tagliare la panissa a fettine e friggerle in abbondante olio di semi di arachidi per 10 minuti circa.

    VARIANTI E CONSIGLI

    Possibilmente fate cuocere la panissa genovese in una pentola di rame, se non la avete potete fare anche in una classica pentola.

    Girate continuamente la panissa genovese o si attaccherà al fondo della pentola.

    Con le stesse dosi potete preparare la FARINATA GENOVESE.

    Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche le POLPETTE DI CECI E PATATE o anche l’INSALATA DI CECI o la ZUPPA DI CECI.

Conservazione

La panissa genovese si conserva in frigo per due o tre giorni. Non potete congelarla.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI  o sul mio account Instagram (QUI) e non perderai nessuna ricetta. Torna allaHOME PAGE

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.