La crostata al limone é un goloso e profumato dolce di friabile pasta frolla al limone senza uova e con un ripieno di morbida confettura di ciliegie. E’ un dolce aromatico, facile, adatto come dolce della domenica o da gustare a colazione e a merenda. Nonostante sia preparata senza uova, questa pasta frolla e’ molto profumata, adatta a tutti gli usi e indicata per coloro che sono intolleranti alle uova.

Ingredienti per la pasta frolla al limone

250 gr. di farina 00

90 gr. di burro freddo di frigo

90 gr. di zucchero a velo (o semolato)

1 pizzico di sale fino

60 ml. di succo di limone

la buccia grattugiata di 1 limone

Per il ripieno

450 gr. di confettura di ciliegie

2 cucchiai di succo di limone

Tagliamo a tocchetti il burro e rimettiamolo nella parte più fredda del frigo per circa 20 minuti (procedimento consigliato in estate).

Trascorso il tempo setacciamo la farina in una ciotola e aggiungiamo il sale, la buccia di limone, lo zucchero a velo, il succo di limone e il burro. Impastiamo gli ingredienti il più velocemente possibile, usando una spatola o la punta delle dita, fino ad ottenere un composto grossolano. Mettiamo l’impasto fra 2 fogli di carta forno e schiacciamolo con un mattarello (in questo modo il burro presente nell’impasto si rassoderà più velocemente in frigo). Mettiamolo in frigo per 30 minuti.

Nel frattempo prepariamo uno stampo da crostata da 30 cm.

In una ciotola stemperiamo la marmellata con il succo di limone. Ho utilizzato la mia confettura di ciliegie a pezzettoni.

Accendiamo il forno a 180*.

Riprendiamo la pasta frolla dal frigo e, senza toglierla dalla carta forno, stendiamo la sfoglia col mattarello e appoggiamola nello stampo. Eliminiamo la carta forno dalla parte superiore, pareggiamo i bordi eliminando la pasta in eccesso e farciamo la nostra crostata, distribuendo la marmellata in modo uniforme. Ripieghiamo i bordi della crostata verso l’interno e inforniamola a metà altezza per circa 25/30 minuti. Sforniamola e lasciamola raffreddare senza toccarla perché rischieremmo di romperla.