Insalata di arance, ricetta siciliana

L’insalata di arance è una straordinaria “ricetta – non ricetta” contadina, nata proprio negli agrumeti (o “giardini”, come vengono chiamati qui in Sicilia), dove le arance sbucciate, affettate e condite con olio, sale, pepe e poca acqua venivano mangiate, accompagnate dall’immancabile pane di casa.

Successivamente, s’iniziò ad arricchire il piatto, aggiungendo dapprima soltanto della cipollina fresca, e in seguito, secondo i gusti, comparvero anche la cipolla rossa di Tropea,  le olive, i finocchi, il prezzemolo o l’origano, e persino l’aringa affumicata…

Io solitamente la preparo con finocchi e olive nere, ma qualche volta sostituisco i finocchi con la cipolla e il peperoncino con il pepe nero.

L’insalata di arance è un piatto semplice e naturale, un ottimo contorno per ogni tipo di secondo piatto, o anche uno stuzzicante antipasto: le arance, specie le nostre “rosse” di Sicilia (tarocco, moro e sanguinello), sono una vera miniera di vitamine e sono ricche di elementi preziosi per la nostra salute e per la prevenzione di molte malattie.INSALATA DI ARANCE

Insalata di arance

Ingredienti per due persone

  • due arance (io ho usato moro e navelina)
  • un finocchio grande o due piccini
  • olive nere, 6
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe nero (o peperoncino macinato) q.b.

Preparazione

Iniziare a preparare le arance. 

Io ho scelto di sbucciare gli spicchi “a vivo”, liberandoli cioè dalla buccia, da tutte le parti bianche e dalla membrana che li ricopre. Naturalmente se si hanno a disposizione arance non trattate si possono anche affettare sottilmente, lasciando loro la buccia, a seconda dei gusti.

Ecco come pelare gli spicchi: con l’aiuto di un coltellino affilato, togliere le calotte delle arance, compreso l’albedo (cioè la parte bianca), lasciando così scoperta la polpa delle arance alle due estremità.  

Iniziare poi ad estrarre il primo spicchio: inserire la lama dall’esterno verso il centro dell’arancia restando vicino alla membrana che ricopre lateralmente ogni spicchio. Inserire la lama lasciando la membrana all’esterno del taglio, estrarre così lo spicchio, continuando così per tutti gli altri. Qui ho messo il link di un video dove si vede in modo molto chiaro come procedere per pelare gli spicchi.

Conservare le bucce e le membrane con parte della polpa rimasta attaccata.

Snocciolare le olive e dividerle in due

Pulire e lavare il finocchio eliminando le parti più fibrose.

Asciugarlo e affettarlo con l’aiuto della mandolina e disporlo su un piatto da portata.

Aggiungere gli spicchi delle arance.

In una ciotola, preparare un’emulsione, battendo con una forchetta un paio di cucchiai d’olio extravergine d’oliva con il succo ricavato dalle bucce delle arance e un pizzico di sale.  

Condire l’insalata di arance, aggiungere le olive già preparate, una buona macinata di pepe nero (o peperoncino) e, se piace, un pizzico di origano.

La nostra insalata di arance è pronta per essere portata in tavola.

Se questa ricetta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook,Twitter,Google+ e Pinterest

INSALATA DI ARANCE

Precedente Risotto alla borragine, ricetta siciliana Successivo Mele in gabbia di sfoglia, ricetta golosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.