Ceci Neri agli Oli EVO aromatizzati

Oggi strizzo l’occhio ai vegetariani, anzi addirittura ai vegani, con i Ceci Neri agli Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati. Come si sa, la nostra povera cucina popolare o meglio, Cucina Popolare Povera e Cucina Povera Popolare, è ricchissima di piatti vegetariani, che spesso sfociano nel vegano stretto, cos’altro sono le nostre bandiere: Faf e Fogghie o Orecchiette e Cime di Rapa, per citare solo gli emblemi. Si sognavano le tielle di Agnello e Patate, i Ragù con le Brasciole ma a casa ci aspettavano tielle di Carciofi e Patate e Pasta e Fagioli, forse qualche Ragù finto al massimo con qualche polpetta più di pane e uova che di carne e se questa c’era era di poveri equini giunti alla fine della loro carriera lavorativa e succedeva solo qualche domenica. Ceci Neri agli Oli EVO aromatizzati

A noi vecchi viene una rabbia quando vediamo questo dilagare di cucina vegana, troppo spesso per sola moda, più che altro perché per lo più si rivolge a culture culinarie esotiche, almeno si rivolgessero alla nostra ricchissima tradizione, la riscoprisse. Oggi voglio testimoniarvi un esempio e voglio proprio vedere, anche per arricchire la mia cultura in merito, se c’è qualcosa da ridire.

Per la cottura dei Ceci Neri agli Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati occorrono quattro o cinque ore, in compenso solo quattro ingredienti per quattro commensali:
Sinteticamente i passaggi della preparazione dei Ceci Neri agli Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati sono:
  1. Tenere a bagno i Ceci Neri per almeno quarantotto ore in acqua salata
  2. Scolare e sciacquare i Ceci Neri
  3. Porli a bollire in acqua fredda con solo qualche foglia di Alloro
  4. Schiumarli e cuocerli per il tempo necessario, non meno di quattro ore
  5. Aggiustare di sale e servire con generoso Olio EVO Aromatizzato
Approfondiamo la preparazione dei Ceci Neri agli Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati, entriamo nei particolari

Colgo l’occasione per parlarvi di Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati, se ne trovano in commercio ma la loro preparazione è talmente semplice che nulla vieta di prepararli in casa, oltre tutto a proprio gusto, cliccando qui trovate alcuni nostri consigli su come facciamo abitualmente noi.

I Ceci Neri crudi sono particolarmente duri, più che altro direi tenaci alla cottura, per questo sono anche particolarmente saporiti, il sapore sta nelle preziose sostanze contenute, le esigenze del corpo guidano il gusto, rendendoci particolarmente graditi i cibi che contengono ciò che ci serve. I Ceci Neri sono ottimi e fanno tanto bene, come del resto tutti i ceci e i legumi in genere, ma questi un po’ di più, dal che i Ceci Neri sono il meglio del meglio, ad esempio contengono il doppio del ferro degli altri, oltre tutto sono prodotti prevalentemente sulla nostra Murgia e sicuramente non fa neanche male dare una mano ai corregionali. Sconsiglio assolutamente di passarli per farne cremine di fondo, il loro meglio lo danno proprio costringendo a masticarli. Masticare sembra diventata una pratica superflua, non è così, masticare costringe a trattenere il boccone e questo ce ne farà godere più lungamente che trangugiando velocemente. La sede del gusto è la bocca, andato via il boccone, andato via il gusto, dopo resta quel che resta, è sempre meglio il durante, vi pare? DU-RAN-TE vuol dire che dura, che non è solo il femminile di duro, è sopratutto il participio presente del verbo durare, appunto far durare il gusto.

Ceci Neri agli Oli EVO aromatizzati

Questa moda generalizzata di far cremine di tutto, in particolare di tutti i legumi non mi piace, men che meno se significa passati, eliminando le tanto utili scorie. Tradizionalmente il solo legume che si arricchisce della formazione della sua cremina è il fagiolo, che se cotto bene, lungamente ed opportunamente, la rilascia naturalmente, addensando il naturale brodo di cottura, ceci e lenticchie se scotti, si svuotano e prendono un che di sgradevole alla masticazione, per cui, a quel punto, meglio passarli o mixarli, danno il meglio se al dente, quasi ancora addirittura croccanti come questi ceci neri o le cicerchie.

Per la cottura in generale vi rimando a ciò che abbiamo scritto a proposito degli altri ceci in Cottura dei Ceci. Abbiamo guarnito un piatto con Alloro e l’altro, con Origano, lo stesso e più efficacemente si sarebbe potuto fare con oli aromatizzati a questi aromi, però, come si dice? anche l’occhio vuole la sua parte. Un consiglio: non dimenticate di mettere in tavole delle tazze di Oli Aromatizzati, ci sarà chi se ne servirà ancora e chi si farà qualche fetta di pane, di questo portatene qualche fetta tostata in più, sono sicuro che serviranno.

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Oli Extra Vergine di Oliva aromatizzati Successivo Formaggio Pecorino al Tegamino