Crea sito

Frittura di totani o calamari-i segreti per farla perfetta

Frittura di totani o calamari, ancora più buoni perchè più teneri, ma tranquilli che anche con i totani riusciamo a mangiare una buonissima frittura di pesce. La frittura di totani o calamari può sembrare semplice da preparare, in effetti a vederla, già pronta, non sembra nulla di complicato, ma spesso sono proprio le cose più semplici quelle più difficili da preparare alla perfezione. Con un po’ di pratici consigli vi assicuro che preparare una buona frittura di pesce sarà davvero semplice come sembra. Andiamo subito alla preparazione della ricetta, così capirete meglio ogni piccolo dettaglio, molto utile, sia che usiamo pesce fresco, ideale, sia pesce surgelato, e si vanno bene anche gli anelli di totano surgelati, non quelli già pastellati, ma gli anelli appena tagliati, senza alcuna altra preparazione.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Totani o calamari (freschi o 500 g circa di anelli già tagliati) 1,5 kg
  • Semola di grano duro rimacinata 200 g
  • Olio di semi q.b.
  • Sale q.b.
  • Limoni 2

Preparazione

  1. frittura di totani o calamari

    Puliamo i totani o i calamari per prima cosa. Li svuotiamo per bene, togliendo anche la penna all’interno, i ciuffi io li uso per un buon sugo per condire la pasta, trovate qui la ricetta, che va bene sia per totani che per i calamari, pasta con sugo di totani. Una volta svuotati tagliamo le pinne e li spelliamo, anche i tentacoli. Li laviamo bene.

  2. Una volta puliti i totani o i calamari li tagliamo ad anelli con un coltello a lama liscia ben affilato. Lavoriamo su un tagliere, così sarà più semplice tagliarli in modo perfetto.

  3. Se usiamo gli anelli surgelati, basterà scongelarli, anche sotto l’acqua, fredda, così facciamo in un attimo. Li lasciamo poi scolare, e lasciamo così per qualche minuto in modo che tornano a temperatura ambiente, sarà più semplice ottenere una buona frittura.

  4. Mettiamo l’olio a scaldare in padella, abbondante, e siccome dobbiamo friggere pochi totani o calamari per volta, vi consiglio di usare un padellino piccolo, dai bordi alti. In una ciotola mettiamo la farina di semola di grano duro rimacinata. Ci aiuterà ad ottenere un fritto perfetto, croccante, asciutto e dorato.

  5. Passiamo un po’ di anelli di totano o calamaro nella semola, ancora bagnati, così aderisce bene, e li mettiamo su un piatto asciutto subito dopo, in modo che non possano assorbire troppa farina, o che si formino grumi. Non infariniamo tutti i totani in una volta, rischiamo di fare inumidire tutta la farina e poi si formano i grumi che sono spiacevoli.

  6. Friggiamo pochi anelli per volta, senza girarli li lasciamo dorare, a fuoco alto, in olio caldo, per circa 4-5 minuti, non di più, altrimenti ci vengono duri e gommosi, possiamo anche fare una prova con i primi, e così ci regoliamo se ridurre i tempi, o aumentarli di poco, mi raccomando non cuoceteli troppo altrimenti rischiate di farli venire duri.

  7. Procediamo così fino a completare la frittura di totani o calamari. Passiamo nella farina, pochi per volta, e friggiamo sempre pochi per volta, 5-6 anelli, non di più.

  8. Mano  a mano che son pronti, li togliamo dall’olio, li sgoccioliamo bene, li asciughiamo su carta, sempre pulita, e subito dopo li mettiamo in un piatto pulito, così non assorbono olio e rimangono croccanti. Saliamo solo a cottura ultimata e serviamo con limone da spremere al momento.

  9. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest e Instagram, ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione.

Note

Pubblicato da ricettechepassione

Appassionata di cucina con un pizzico di novità anche nella cucina tradizionale, non solo in quella calabrese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.