Gnocchi di barbabietola con fonduta di Taleggio

L’autunno si sa porta con se un paesaggio colorato e splendido da vedere. La mia stagione preferita è l’estate, ma devo ammettere che i vigneti e i meleti qui nella zona, in autunno hanno un fascino particolare, con colori che vanno dal giallino al rosso, fino al viola. Quindi… perché non colorare un po’ anche i piatti? 😉 Complice anche il fatto di trovare le barbabietole fresche al mercato dei contadini qui in paese, avevo proprio voglia di fare di nuovo gli gnocchi di barbabietola. Era un po’ che non li facevo. Il procedimento è pressoché uguale a quello degli gnocchi di patate, cambiano colore ed ovviamente il gusto, leggermente dolce, perché il sapore della barbabietola si sente molto bene. Come condimento ho scelto una fonduta di Taleggio, ma se preferite potete anche fare una salsa di gorgonzola o condirli con mascarpone e noci ad esempio.
Ecco come li ho preparati:

Gnocchi di barbabietola con fonduta di TaleggioGnocchi di barbabietola con fonduta di Taleggio

Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:
300 g di barbabietola cotta
1 patata lessa media
350 g di farina 00
50 g di burro
1 uovo
sale q.b.

Per il condimento:
250 g di Taleggio
100 ml di panna liquida
Sale q.b.
Pepe q.b.

Tempo di preparazione: 35 minuti
Tempo di cottura: 6-7 minuti + il tempo di cottura delle patate

Per preparare gli gnocchi di barbabietola, schiacciate la patata, ancora calda, direttamente sul piano di lavoro, con uno schiacciapatate. Distribuite sopra il burro a pezzetti. Quando si sarà raffreddata, frullate le barbabietole cotte (potete lessarle voi in acqua o a vapore, anche nella pentola a pressione o usare quelle già cotte che trovate nel banco frigo), fino ad ottenere una crema. Aggiungete la farina alla patata schiacciata e quindi anche la crema di barbabietola. Unite l’uovo ed il sale ed iniziate a impastare con le mani. Dovrete ottenere un impasto omogeneo, morbido e leggermente appiccicoso, se dovesse servire potete aggiungere un altro po’ di farina, ma senza esagerare. Una volta pronto l’impasto, mettete a bollire dell’acqua in una pentola capiente e quindi salate.
Nel frattempo tagliate un pezzo di impasto e sul piano leggermente infarinato formateci un salsicciotto, di ca. 1,5 cm di spessore. Quindi tagliate in tanti pezzetti di ca. 1,5 cm e disponeteli su un tagliere infarinato. Se volete potete anche rigarli con l’aiuto di una forchetta, per ottenere la classica rigatura degli gnocchi.  Procedete allo stesso modo fino ad esaurimento dell’impasto.
Quando l’acqua bolle e avrete salato, buttate gli gnocchi e lasciateli cuocere fino a quando verranno a galla da soli.
Nel frattempo preparate la fonduta di taleggio. In una padella mettete quindi la panna ed il Taleggio tagliato a pezzetti, fate sciogliere a fuoco dolce, con il coperchio, salate con parsimonia, in quanto il Taleggio è già molto saporito di suo. Una volta che gli gnocchi saranno venuti a galla, scolateli e metteteli nella padella insieme al condimento. Amalgamate bene e servite quindi i vostri gnocchi di barbabietola con una bella macinata di pepe fresco.

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche sulla pagina di Facebook

Salva

Salva

Precedente Muffin di carote - perfetti per la merenda Successivo Panini dolci alla zucca con crema di mascarpone alla vaniglia