Mostarda di pere

Era da un po’ di tempo che volevo fare la mostarda di pere. Vivo in una zona famosa per la mostarda (Cremona/Mantova), come potevo non provare? Finalmente è arrivato il momento! Ho seguito la ricetta della mia amica Alice e l’abbiamo preparata insieme. Ovviamente la ringrazio tanto per la disponibilità. A voi piace la mostarda? È un prodotto a base di frutta, zucchero ed essenza di senape e si consuma generalmente con i bolliti o con i formaggi. Prepararla in casa non è difficile, ma serve qualche accortezza. Vediamo insieme come fare! NICE & EASY! 😉


mostarda di pere

MOSTARDA DI PERE

mostarda di pere

INGREDIENTI

  • 3 kg di pere* (peso al netto degli scarti)
  • 1,2 kg di zucchero semolato
  • essenza di senape in gocce**

NOTA

  1. *È necessario che le pere siano belle dure e compatte.
  2. Se volete aumentare o diminuire le quantità, tenete sempre in considerazione che per 1 kg di pere servono 400 g di zucchero.
  3. L’essenza di senape in gocce vi verrà fornita dal vostro farmacista.

DIFFICOLTÀ: media

PROCEDIMENTO

PRIMO GIORNO

Lavare le pere, sbucciarle, eliminare il torsolo e tagliarle a fette.

Metterle all’interno di capienti ciotole e unire lo zucchero (io ho usato 3 ciotole ed ho messo in ognuna di esse 1 kg di frutta e 400 g di zucchero). 

Mescolare bene in modo che tutta la frutta venga avvolta dallo zucchero.

Mostarda di pere - procedimento 1

Coprire con dei canovacci puliti (o della pellicola) e lasciare riposare per 24 ore, mescolandole ogni tanto.

Il giorno dopo saranno così:

SECONDO GIORNO

In un tegame dal fondo spesso, versare parte delle pere e del loro liquido di macerazione (per regolarvi sulla quantità, mettetene fino a coprire tutto il fondo del tegame). Potete anche usare più tegami contemporaneamente per abbreviare i tempi.

Porre il tegame su fuoco medio e lasciar cuocere la frutta mescolando di tanto in tanto e abbassando la fiamma quando il liquido inizia a bollire. Sarà pronta quando il sughetto inizia a caramellare. Ma ATTENZIONE a non farlo caramellare troppo. Le pere non dovranno diventare scure e il sughetto dovrà restare morbido. Indicativamente ci vorranno tra i 15 e i 20 minuti. 

mostarda di pere - cottura

Una volta pronte, trasferirle in una ciotola di ceramica e lasciarle raffreddare completamente fino al giorno dopo. Vi consiglio di pesare la ciotola prima di riempirla di frutta, in modo da poter calcolare perfettamente il peso della mostarda di pere ottenuta.

Procedere allo stesso modo fino ad esaurimento di tutta la frutta.

Nel frattempo, sterilizzare i vasetti che si intendono utilizzare seguendo la procedura descritta QUI.

TERZO GIORNO

È arrivato il momento di confezionare la mostarda di pere.

Calcolare perfettamente il peso della mostarda ottenuta.

Metterne una piccola quantità in uno dei vasetti sterilizzati e recarsi in farmacia. In base al peso, il farmacista vi metterà nel vasetto le gocce di senape necessarie (sono circa 10 gocce per ogni kg di mostarda, ma dipende anche dal gusto personale e da quanto piccante volete che essa sia. Parlate col vostro farmacista.).

A questo punto, in un luogo all’aperto, mescolare perfettamente il contenuto del vasetto a tutta la rimanente mostarda (proteggete il viso mentre fate questa operazione, perché la senape è molto urticante sia per inalazione che per gli occhi), quindi procedere al riempimento dei vasetti.

Chiuderli bene con il tappo. Se nel riempirli li avete sporcati e appiccicano, sciacquateli sotto acqua fredda corrente.

Lasciare riposare la mostarda di pere per almeno una settimana prima di consumarla (va benissimo in dispensa, al buio, purché non ci siano sbalzi di temperatura troppo elevati). Ma usatela nel giro di qualche mese perché, poi, perde un pochino.

Una volta aperto il vasetto, la mostarda di pere va conservata in frigorifero e consumata nel giro di 2/3 settimane.


Seguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. Grazie! E sono anche su Twitter. Mi trovate QUI!

Precedente Peperoni saporiti Successivo Liquore alla liquirizia

4 commenti su “Mostarda di pere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.