Crespelle, ricetta base

Ma quanto sono buone le crespelle? A me piacciono da impazzire. Si adattano a mille farciture diverse e sono più facili da realizzare di quanto si possa immaginare. Seguite la mia ricetta con le foto di tutti i passaggi salienti e non potrete sbagliare. E vi dico di più. Le crespelle sono anche molto pratiche perché si possono preparare in anticipo (anche il giorno prima) e questo è un aspetto da non sottovalutare. Siete pronti? Allora andiamo a vedere come si fanno!

Crespelle - ricetta base
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    25/30 minuti
  • Porzioni:
    12 crespelle*
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Farina 1** 240 g
  • Latte 500 ml
  • Uova 3
  • Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
  • Sale q.b.
  • Burro q.b.

Preparazione

  1. Setacciare la farina all’interno di una capiente ciotola.

  2. Quindi unire le uova intere (volendo si può procedere anche in questo modo: sbattere le uova con il sale, poi unire la farina setacciata).

  3. Mescolare con una piccola frusta a mano, poi aggiungere l’olio, una generosa presa di sale e un po’ di latte.

    come fare le crespelle - procedimento 1
  4. Lavorare energicamente con la frusta, ammorbidendo progressivamente col resto del latte.

  5. Continuare a mescolare fino ad ottenere una pastella liscia, vellutata e senza grumi.

  6. Una volta pronta, coprire la ciotola con la pellicola e lasciare riposare la pastella per almeno un’ora.

  7. Trascorso il tempo del riposo, mettere a scaldare sul fuoco una padellina antiaderente. Spennellarla con un velo di burro fuso, poi toglierla dal fuoco e versarvi al centro un mestolino di pastella. Ruotare ed inclinare la padella per il manico in modo da distribuire la pastella uniformemente sul fondo. Rimettere sul fuoco e lasciar cuocere la crespella finché i bordi tenderanno ad arricciarsi. Ci vorrà solo qualche istante.

  8. Girare la crespella con una spatolina e cuocerla sull’altro lato.

    come fare le crespelle - procedimento 3
  9. Una volta cotta, metterla su un piatto e continuare a preparare le altre crespelle fino ad esaurimento della pastella. Man mano che saranno pronte potrete sovrapporle le une alle altre poiché non si attaccano tra loro.

  10. A questo punto è possibile farcirle a piacere. Se non utilizzate subito tutte le crespelle preparate, conservatele in frigorifero per un paio di giorni coperte con della pellicola.

    E se volete provarle dolci, trovate la ricetta QUI.


  11. Seguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. E sono anche su Twitter (QUI) e Instagram (QUI). Grazie di ♥!

NOTE

*Con queste quantità ho realizzato 12 crespelle del diametro di 20 cm.

**Se preferite utilizzare della farina 00 al posto della farina di tipo 1, dovrete aumentare la quantità di 10/15 g. Vi consiglio, però, di leggere l’articolo che ho scritto e in cui metto le due farine a confronto. Lo potete trovare cliccando QUI.

Precedente Tisana limonalia Successivo Bicchierini salati

19 commenti su “Crespelle, ricetta base

  1. Io faccio così: sbatto con lo sbattitore elettrico le uova con sale e zucchero; aggiungo farina e latte alternandole; lascio riposare, poi aggiungo un cucchiaio di olio nella pastella e un altro nella padella (solo al inizio cottura). E poi ci si passa un ora davanti ai fuochi 🙂

      • Gabriella il said:

        buongiorno Paola la tua pagina è meravigliosa ma sulla ricetta delle crespelle,che a differenza delle crepes sono di tradizione abruzzese dove le chiamiamo “scrppell”,debbo correggerti la ricetta:per ogni uovo va messo un cucchiaio di farina,la metà del guscio d’uovo piena di latte o acqua,quindi sei uova sei mezzi gusci di liquido,sale q.b.spolverizzata di noce moscata,il condimento non va nell’impasto ma solo per ungere il padellino in cui vanno cotte anzi nei tempi passati era d’obbligo ungere la padella con un pezzo di lardo;famose dell’arte culinaria abruzzese le”scrppell mboss”cioè le crespelle bagnate…fare un buon brodo di carne mista in cui non debbono mancare i fegatini di pollo,fare delle scrppell,in genere se ne calcolano 3/4 per commensale,mattere al centro delle scrppell una generosa manciata di parmigiano ed arrotolarle strette a cannellone posizionarle sul fondo di una fondina e versarci sopra il brodo bollente,il tocco geniale è sminuzzare i fegatini nel brodo ma siccome non tutti lo gradiscono io li metto in una ciotolina e chi vuole può aggiungerli al proprio piatto.In Abruzzo le scrppell sono la base del famoso timballo,i miei più sinceri saluti e grazie delle ricette e consigli che condividi con noi…leggo la tua pagina ogni giorno ancora grazie

  2. govanna tardcci il said:

    le vostre ricette, come vi ho già segnalato mi piacciono molto; gradirei cortesemente conoscere delle ricette un pò sfiziose e forse particolari, infatti delle volte mi trovo in difficoltà non saprei cosa offrire alla amiche la domenica pomeriggio , alcune preferiscono manicaretti dolci, altre salati , grazie mi fareste una cortesia.

    • paola67 il said:

      Nel blog di ricette sfiziose ce ne sono tantissime sia dolci che salate.Vai nella home del blog e a destra proprio sopra la mia fotografia c’è la casella CERCA UNA RICETTA NEL BLOG. Scrivi lì ciò che cerchi (basta anche un solo ingrediente) e vedrai che ti escono tutte quelle che ci sono, oppure….vai col cursore su LE MIE RICETTE in alto a destra e scenderà un menu a tendina con tutte le categorie. Tutto questo funziona solo dal pc però….dal cellulare no

  3. Chiara il said:

    Sei formidabile Paola.
    Mi fai fare sempre un figurone pazzesco!!
    Ti chiedevo se il composto lo devo far riposare in frigo o a temperatura ambiente.
    Grazie

  4. Si può usare la farina di semola rimacinata per renderle più consistenti? il said:

    S i può usare la semola rimacinata per renderle più dure?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.