ricette veloci

Il cappellaio Matto

cappellaiomatto2

Il Cappellaio Matto è un finger food creativo quanto basta nella presentazione ma al tempo stesso buonissimo, speciale, che incuriosisce e ti spinge ad assaggiarlo. Ha un gusto tutto da scoprire. Il sapore è un gioco di equilibri tra i vari ingredienti dosati nella loro peculiarità ed essenza.
Ho realizzato questo finger food friggendo semplicemente dei capellini all’uovo e le scorze di parmigiano reggiano, che pulite accuratamente e bollite, sono ottime nelle zuppe , minestre o saltate in padella da mangiare assolute, o da inserire in una ricetta per un aperitivo. In questa preparazione il parmigiano svolge un doppio ruolo, e il risultato non può che non essere fantastico. Poi c’è l’aspetto emotivo di questa ricetta, che si presenta con un groviglio di capelli… o meglio capellini, arruffati ed intricati… Cosa nasconderà questa matassa ingarbugliata? Un cuore morbido, delicato, ma attenzione non tutto è poi così monotono…. perchè sotto sotto, c’è una nota intensa di carattere, la scorza, del parmigiano stupisce e ribalta ogni congettura e prevedibilità, facendo venir fuori la sua vera anima forte e intensa mostrandone l’eccellenza.
Questo finger food lo dedico a tutti i sognatori, inguaribili, difficili da prendere, da capire che dal loro cappello sono sempre capaci di tirar fuori qualsiasi cosa per stupire, destare sorrisi e meraviglia anche in cucina 😉 .
-Alice:”è impossibile…”
-Il Cappellaio matto:”solo se pensi che lo sia”

ingredienti per 4 persone
– 80 g di parmigiano reggiano 18 mesi
– 200 ml di panna fresca da cucina
– 150 g di fiori di zucca
– 100 g di capellini di pasta all’uovo
– sale q/b
– olio di semi q/b
– pepe q/b
– olio evo q/b

Procedimento : Prendete dei capellini di pasta all’uovo, friggeteli per circa un minuto in una padella con l’olio e quando saranno ben dorati, con una schiumarola scolateli e metteteli ad asciugare su carta assorbente da cucina. Aggiungete un pizzico di sale e pepe ai capellini, metteteli da parte. In una pentola scaldate la panna, non fatela bollire e versateci a fiamma spenta il parmigiano reggiano grattugiato al momento,mescolate, ponete la crema in frigo e fate raffreddare. Lavate e tritate i fiori di zucca, scottateli in padella con un filo d’olio Evo, salate e pepate. Pulite le scorze di parmigiano, bollitele per circa 20 minuti. Quando le scorze saranno pronte, tagliatele a cubetti e scottatele in padella per qualche minuto. Togliete il composto di panna e parmigiano e montatelo con le fruste, otterrete così una crema di formaggio deliziosa e soffice, aggiustate di sale e pepe e mettetela da parte. A questo punto procediamo con l’assemblaggio del finger food. Prendete un bicchiere o calice elegante o una piccola cocotte trasparente, versate sul fondo la dadolata delle scorze di parmigiano, aggiungete i fiori di zucca, la crema di parmigiano , un altro strato di fiori di zucca, altra crema e terminate con i capellini all’uovo, che decorerete con qualche scaglia di parmigiano e al centro un grazioso pistillo di fiore di zucca.

Pubblicato in Antipasti | Commenti disabilitati su Il cappellaio Matto

Samurai Salad

salad

Il mese di Agosto è quello in assoluto il più caldo di tutti. La ricerca di portare in tavola qualcosa di fresco è inevitabile. La voglia di stare ai fornelli si allontana sempre di più, ma non possiamo certo rinunciare a mangiare un buon piatto e provare nuovi sapori. Questa insalata prevede tutti prodotti freschi , ricca di vitamine e sali minerali, con l’aggiunta del tofu un “formaggio vegetale” ottenuto dalla cagliata del latte di soia , ricco di proteine vegetali, è l’alimento preferito dai vegani ,dai vegetariani e ciliaci.
Siete pronte a combattere l’afa e le temperature bollenti di questi giorni portando in tavola la Samurai salad? allora armatevi di tagliere, coltello , verdure di stagione e seguite la ricetta.

Ingredienti :
– un panetto di tofu 125 g
– 200 g di pomodorini
– 1 cetriolo
– 2 carote
– insalata lollo
– pane
– succo di limone q/b
– olio Evo q/b
– sale q/b
– un pizzico di peperoncino
– 1 spicchio d’aglio
Procedimento :In una pentola bollite il tofu per 10 minuti. Scolatelo e tagliatelo a dadini. Prendete una padella antiaderente e scottate il tofu per qualche minuto. Sbucciate il cetriolo, fatelo a fette e ponetele in uno scolapasta con del sale sopra, in questo modo il cetriolo perderà la sua acqua di coltivazione. Tagliate le carote a julienne, lavate l’insalata e disponete le verdure in un bel piatto da portata, aggiungete le fette di cetriolo, il tofu e i pomodorini tagliati a metà. Affettate delle fette di pane raffermo, stronifate sulla crosta del pane l’aglio e tostatele con un filo d’olio e un pizzico di peperoncino. A questo punto condite l’insalata con un pò di succo di limone, sale e un filo d’olio d’oliva e le bruchettine di pane.

Scarpariello con pomodorini di Corbara

11733774_10206241991202654_338796916_o

Un altro piatto tipico della cucina campana, è lo scarpariello. Un meraviglioso sughetto, fresco, dal sapore indescrivibile. Per rimanere fedele alla tradizione, lo scarpariello si prepara con una particolare qualità di pomodorini : “i corbarini”. Questi pomodorini speciali ricchi di vitamine e antiossidanti, dal sapore agrodolce e dalla forma a “pera” o anche detta a ” lampadina” vengono coltivati con il metodo tradizionale senza irrigazione artificiale, sui monti Lattari nel paesino di Corbara in provincia di Salerno. I pomodorini corbarini sono molto ricercarti ed apprezzati per il loro sapore indescrivibile e unico, sia dai migliori buongustai e sia dai migliori chef della costiera amalfitana e sorrentina ,che preparano questa autentica bontà con un amore e una cura sapiete e attenta per preservare tutto il gusto e l’essenza di questa eccezionale materia prima. Lo scarpariello cucinato con i pomodorini corbarini descrive la vera passione mediterranea, per condire gli spaghettoni con una speciale trafilatura al bronzo per un piatto semplicemente prefetto.

Ingredienti per 4 persone :
– 400 g di spaghettone al bronzo
– 600 g di podomorini corbarini
– 100 ml di olio Evo
– 1 spicchio d’aglio
– basilico
– sale q/b
– peperoncino q/b

Procedimento : In una padella fate soffriggere l’olio , lo spicchio d’aglio con un pò di peperoncino, quando l’aglio sarà diventato biondo, aggiungete il basilico e pomodorini precedentemente lavati e tagliati a metà e cuocete per 8/10 minuti. Lessate gli spaghettoni per il tempo indicato sulla confezione, scolateli e saltateli in padella con i pomodorini, mantecateli per qualche secondo e serviteli con qualche foglia di basilico fresco.

Pubblicato in Primi Piatti | Commenti disabilitati su Scarpariello con pomodorini di Corbara

Insalata di calamari

11428103_10205990645919179_1748975002_o
I calamari nelle ricette della tradizione campana sono molto utilizzati. Una preziosa materia prima che si trova sempre fresca sui banchi delle pescherie, ben fornite e attente alla qualità dei loro prodotti. Un calamaro fresco si presenterà con queste caratteristiche :” colore intenso, la parte bianca sarà lucida e brillante, mentre l’odore sarà di salsedine e di alghe. Se invece, il calamaro non dovesse avere queste caratteristiche, allora vorrà dire che non è fresco e quindi, vi sconsiglio l’acquisto. La ricetta che vi propongo è una rivisitazione della classica insalata di mare, io l’ho preparata con i pomodorini, rucola e valerianella. Un’insalata facile e veloce da preparare ideale per una cena estiva a lume di candela.

Ingredienti:
– 800 g di calamari freschi
– 200g di valerianella
– 100 g di rucola
– 100 g di carote novelle
– 1 costa di sedano
– 200 g di pomodorini
– sale e pepe q/b
– un pizzico di peperoncino
– un cucchiaino di limone
– 50 ml di olio evo
– 3 fette di pane

Procedimento: Lavate i calamari sotto l’acqua corrente, tagliateli a rondelle e lessateli in acqua bollente per 20 minuti. Quando i calamari saranno cotti, scolateli e fateli raffreddare. Tagliate i pomodorini a metà, lavate la rucola e la valerianella, e mettetele ad asciugare. Prendete una carota novella e la costa di sedano e tagliateli a dadini. Preparate in una ciotola una salsina con l’olio, un pizzico di sale, pepe , un pò di peperoncino e un cucchiaino di succo di limone, uno spicchio d’aglio intero e fate riposare la salsina per un’oretta. Passiamo ora alla preparazione completa: prendete un piatto disponete prima la rucola, la valerianella, i pomodorini e i dadini di carota e sedano, adagiateci sopra il calamaro e condite con la salsina che avete precedentemente preparato. Accompagnate il tutto con delle fragranti fette di pane appena tostate e buon appetito!

Madame Bistrò

Pubblicato in Contorni | Commenti disabilitati su Insalata di calamari

La frisa pugliese

11328702_10205881391347883_1290923633_o

La frisa o fresella, è una specialità dell’Italia meridionale. Un piatto tipico che possiamo trovare sia in Campania, Calabria, e Puglia. La frisa è un prodotto da forno, molto simile ai taralli di grano duro, tagliata a metà in senso orizzontale e cotto due volte nel forno, cioè biscottata. Essendo simile ad una fetta di pane duro, prima di procedere con i vari condimenti, si bagna nell’acqua per ammorbidirla. La tradizione pugliese prevede che la frisa venga bagnata nell’acqua di mare e condita con i pomodori freschi. Questo è un piatto eccezionale, ricco di storia e di tradizione, una pietanza che d’estate è molto indicata, buona e leggera, si presta ad ogni tipo di condimento, diventando così un piatto unico , facile e veloce da preparare. La ricetta che vi propongo oltre ad avere come base il pomodoro, ha l’aggiunta del tonno, olive nere e rucola.

ingredienti:
– 4 frise
– 200 g di tonno all’olio d’oliva
– 200 g di pomodorini
– 100 g di rucola
– 1 cipollina novella
– 100 g di olive nere
– origano
– basilico
– sale
– olio
– peperoncino

Procedimento :Bagnate le frise sotto l’acqua corrente e sistematele in un piatto.Tagliate i pomodorini a metà, metteteli in una ciotola con il tonno, le olive, la cipollina tagliata sottile e la rucola precedentemente lavata ed asciugata, aggiungete poi l’origano, un filo d’olio, il basilico e un pizzico di peperoncino, mescolate il tutto e con questo composto condite le frise .

Buon appetito

Pubblicato in Antipasti | Commenti disabilitati su La frisa pugliese