Torrone dei morti napoletano alla nocciola

Torrone dei morti napoletano alla nocciola…
Un guscio croccante di cioccolato fondente, un cuore cremoso di cioccolato bianco e crema alle nocciole, arricchito di tante nocciole tostate, un dolce praticamente irresistibile, è il torrone dei morti campano!
Il dolce tipico novembrino, dedicato alla commemorazione dei defunti, lega forse il suo nome alla forma simile a quella di una cassa da morto, ma non lasciatevi ingannare, sarà pure il torrone dei morti, ma il solo assaggiarlo vi regalerà una botta di vita incredibile!
Pronti a preparalo insieme a me? Andiamo in cucina e mi raccomando, una volta pronto, nascondetelo alla vista, perché causerà dipendenza!

  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Porzioni1600g circa
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
177,08 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 177,08 (Kcal)
  • Carboidrati 12,49 (g) di cui Zuccheri 8,87 (g)
  • Proteine 3,04 (g)
  • Grassi 13,21 (g) di cui saturi 6,35 (g)di cui insaturi 6,18 (g)
  • Fibre 2,39 (g)
  • Sodio 11,63 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 30 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 400 gcioccolato fondente
  • 400 gcrema spalmabile alle nocciole
  • 400 gcioccolato bianco
  • 400 gnocciole
  • 1 cucchiaioolio di semi di girasole

Strumenti

  • Stampo ( 20 cm o stampo per plumcake)

Preparazione

  1. Per preparare questo dolce dovrete utilizzare delle nocciole tostate, quindi se le vostre non lo sono (se la pellicina è saldamente attaccata non lo sono), raccoglietele in una teglia dove possano stare larghe e cuocetele in forno statico a 170°C, per 7-10 minuti, tenendo sempre l’occhio alla teglia, in modo da non rovinare o far bruciare le nocciole.

    Quando la pellicina comincerà a creparsi e il momento di stare più accorti, lasciatele dorare e sfornatele.

    Lasciatele freddare e strofinatele tra le meni per eliminare la pellicina.

  2. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria, con molta delicatezza e mescolando spesso, unite un cucchiaio d’olio e cominciate a girare per farlo incorporare.

    Prendete uno stampo da plumcake da 20cm e ricopritelo per intero con il cioccolato, potrete utilizzare una spatola in silicone o un pennello. Riponete nel congelatore e una volta rappreso, basteranno pochi minuti, realizzate un altro strato.

  3. Scaldate delicatamente la crema spalmabile alle nocciole, potrete utilizzare il microonde, la tecnica del bagnomaria o un classico robot. Unite il cioccolato bianco e la parte di fondente avanzata dalla spennellatura, lasciate fondere, amalgamate e unite le nocciole per finire.

    Versate tutto nello stampo e riponete in frigo a rapprendersi per almeno 4 ore.

  4. Staccate il torrone dalla teglia sbattendola con dei colpi secchi sul piano di lavoro , tagliatelo a fette e servitelo.

    Quindi conservate in frigo la parte non utilizzata, si conserverà per molto tempo.

    Se questa ricetta ti è piaciuta, guarda pure:

    Rame di Napoli ricetta originale;

    Nzuddi;

    Ossa di morto;

    cotognata;

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook; pinterestinstagramtwitter e tiktok.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.