Crea sito

Salsa al caramello senza panna

Salsa al caramello senza panna.

L’altro giorno avevo bisogno di un po’ di salsa al caramello, non avevo panna a casa e soprattutto non avevo assolutamente voglia di uscire per comprarla,  ho deciso di improvvisare con del latte intero e devo dire che il risultato non mi ha affatto deluso. Se volete sapere come ho fatto, ecco la mia ricetta:

Salsa al caramello senza panna
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Circa 550g
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Latte intero (in alternativa anche scremato) 400 ml
  • Zucchero 350 g
  • Burro 1 cucchiaino
  • Vanillina (se piace) 1 bustina

Preparazione

  1. In una padella versata metà dello zucchero, in un pentolino mettete a scaldare il latte che dovrà sfiorare il bollore.

    A fuoco basso iniziate a far fondere lo zucchero, mescolando di continuo. Noterete che sui bordi comincerà a caramellare e mescolando si formeranno dei grumi, attendete senza alzare la fiamma, che si sciolgano anche questi.

    Appena sciolto lo zucchero, unite l’altra metà e fate fondere anche questa, sempre mescolando e a fuoco basso, ci vorranno circa 10/15 minuti.

     

  2. A zucchero fuso, unite il latte mescolando di continuo e velocemente e stando attenti agli schizzi.

    Non appena verserete il latte, per quanto possiate mescolare velocemente, lo zucchero cristallizzerà di nuovo, mettete quindi sul fuoco e mescolando spesso lasciate sciogliere.

  3. Il liquido riprenderà a bollire, pian piano diventerà più denso e la schiuma più fitta.

    Gli ultimi 5 minuti di cottura, non dovrete allontanarvi dalla pentolae  dovrete completare la cottura mescolando di continuo.

    Quando vedrete una schiuma molto fitta, dovuta al caramello che bolle, unite il burro, mescolate e spegnete il fuoco, attenzione a non bruciare nulla.

     

  4. Salsa al caramello senza panna

    La consistenza del caramello caldo è diversa da quello freddo, con questi tempi di cottura otterrete una salsa abbastanza densa ma che cola a nastro, se vi serve un caramello più sodo aumentate i tempi di cottura dopo l’aggiunta del latte di 5 minuti, se vi serve più fluido diminuite di 5. Tutto è regolato dall’evaporazione dell’acqua contenuta nel latte.

    Attenzione alla fiamma, bruciare lo zucchero ci darebbe un caramello amaro.

    Se volete, a fine cottura unite una bustina di vanillina.

    Il caramello si conserva in frigo per parecchie settimane.

    Se le mie ricette vi piacciono, ho il piacere di invitarvi sulla mia pagina facebook , troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose ricette!

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram  e su twitter.

Note

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.