Crea sito

Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria

Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria, ma anche il pane…
Ricordo che la pietra refrattaria è stata uno dei primi accessori di cucina che ho acquistato, da allora ne sono entrate in casa almeno altre tre.
La pietra refrattaria, per chi non lo sapesse è uno strumento adatto a cuocere pizza e pane nel forno di casa, simulando , nei limiti del possibile la cottura nel forno a pietra.
Realizzata come dice la parola stessa con materiali “refrattari” al calore, cioè resistenti, presenta una sua superficie liscia e uniforme che permette di cuocere non solo la pizza, ma anche altri prodotti da forno.
Essendo in grado di assorbire l’umidità degli alimenti rende croccante il cibo, mantenendo il forno a una temperatura costante inoltre, riduce il rischio di bruciare il cibo. Il trucco per riuscire a utilizzarla al meglio è quello di riscaldarla per diversi minuti nel forno e successivamente posizionarci sopra il prodotto che intendiamo cuocere. Lo sbalzo di temperatura tra dentro e fuori farà il resto.
Date queste piccole e semplici informazioni, sono sicura che se siete arrivati su questa pagina, siete curiosi e volete imparare in poche semplici mosse, come usare la pietra refrattaria e ottenere delle pizze perfette!!

Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria
DifficoltàMedia
CostoMedio

Materiali

  • 1 Kg impasto per pizza
  • condimenti vari a piacere

Strumenti

  • pala per pizza
  • pietra refrattaria
  • forno

Istruzioni

  • Per realizzare delle buone pizze serve inizialmente un buon impasto, quello che vedrete in questo tutorial è il mio impasto integrale con grani antichi, se desiderate delle pizze più alveolate potreste usare un impasto a lunga lievitazione o ancora per una via di mezzo un’impasto base con poco lievito.

    Sappiate che il risultato finale, dipenderà non solo dalla pietra refrattaria, ma anche dal tipo d’impasto e di farina utilizzata e soprattutto dalla lievitazione, che deve essere completa.

    Qualunque sia il vostro impasto, una volta lievitato, rivoltatelo sulla spianatoia e dividetelo in panetti da 250-300g (per una pizza tonda la piatto).

    Lasciate lievitare nuovamente fino al raddoppio.

    Almeno mezz’ora prima d’iniziare a cuocere, accendete il forno alla temperatura massima raggiunta dal vostro elettrodomestico, posizionate la griglia appena sotto al grill e lasciate scaldare.

    Occorre che la pietra riscaldi almeno per mezz’ora, non meno!

  • Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria

    A pietra calda e panetti raddoppiati potrete iniziare.

    Accendete il grill del vostro forno.

    Infarinate la pala che di solito è in dotazione alla pietra, in alternativa arrangiatevi con qualcosa che possa sostituirla o acquistatela.

    Disponete il panetto al centro e allargatelo con le mani, lasciandolo più spesso sui bordi.

    Distribuitevi i condimenti che richiedono o resistono a cotture intense, come salsa di pomodoro, funghi, cipolla, verdure, ecc…

  • Senza perder tempo e prima che la salsa bagni troppo l’impasto, è il momento di far scivolare la pizza sulla pietra.

    Aprite il forno, tirate fuori per metà la griglia dove questa è poggiata e lasciateci scivolare sopra la pizza. Inserite nuovamente dentro e lasciate cuocere sotto al grill per 7 minuti, ma controllate la cottura, non tutti i forni sono uguali.

  • Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria

    Tirate nuovamente fuori la pizza, condite con formaggio, prosciutto e ciò che desiderate, poi ripassate sotto al grill per altri 5-6 minuti.

    Sfornata definitivamente, tirate nuovamente fuori la griglia e con un panno, spolverata la farina dalla pietra, facendola cadere fuori dal forno.

    Lasciate scaldare per almeno 10 minuti, prima di cuocere successiva.

  • Come cuocere la pizza su la pietra refrattaria

    Questa è la tecnica migliore per cuocere un buon prodotto, comprenderete che se si è in due o in tre, la pietra refrattaria può essere un’ottima soluzione, ma se si è in tanti, come nella mia famiglia forse sarebbe meglio utilizzare strumenti alternativi.

  • Da qualche anno, non riuscendo più a gestire la pietra, per realizzare le pizze per tutta la famiglia, utilizzo il fornetto ferrari, che funziona allo stesso modo, ma i tempi sono più veloci.

  • Pane integrale di semola con poco lievito

    Continuo però ad usare la pietra refrattaria per realizzare pani meravigliosi.

    A lungo andare, come potrete anche notare nella foto, la pietra refrattaria, sia che facciate il pane, sia che facciate la pizza, tende a sporcarsi, non preoccupatevi, lo sporco è solo un vantaggio, che darà ai vostri prodotti finiti un valore aggiunto: il classico profumo di cibo cotto nel forno a pietra!

  • Sono certa che questi suggerimenti potranno tornarti utili, ti lascio qui di seguito il link di acquisto di un set completo di pietra e pala

    Pietra refrattaria 30cm;

  • “In questa ricetta vi è presenza di alcuni link di affiliazione, su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Si tratta comunque di semplici suggerimenti d’acquisto, senza alcun vincolo”.

  • Volendo cuocere il pane, posizionate la pietra a metà altezza, e dopo averla portata a temperatura, con l’aiuto della pala spostatevi il pane, prima inciso con un taglio.

    Lasciate cuocere fino a doratura desiderata, tenendo conto che il pane sarà cotto, quando dando dei colpetti sotto, suonerà come fosse vuoto.

    Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette e suggerimenti, seguimi su:

    facebook pinterestinstagramtwitter.

    Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.