Caponata siciliana ricetta originale con peperoni

Caponata siciliana ricetta originale con peperoni.

La caponata è un piatto antico e povero della cucina tradizionale siciliana e a seconda delle province in cui la mangerete ne troverete varianti che un po’ differiscono tra loro. Si tratta di un piatto che non potremmo definire leggero, in quanto gli elementi che lo compongono sono tutti fritti e poi arricchiti con zucchero e aceto, per dare al mix di verdure utilizzate un sapore agrodolce davvero ricco e intenso.

Per consuetudine si fa risalire l’origine al capone, il nome con il quale in Sicilia è chiamata la lampuga, un pesce bianco dalla carne piuttosto asciutta che era servito sulle tavole dell’aristocrazia e condito in agrodolce.  Si dice che il popolino, non avendo il pesce a disposizione, lo abbia sostituito con la prolifica quanto amara melanzana, comunque a dire il vero non si hanno notizie certe sulle origini del piatto, ma solo leggende.

Sappiate, come vi dicevo prima, che in Sicilia, le varianti della caponata sono più di trenta, ma le differenze sono davvero sottili, la prima che salta subito all’occhio comunque,  è la presenza o meno in alcune varianti dei peperoni, che io oggi userò, ma potrete, lasciando il procedimento invariato anche non metterli, il piatto sarà ugualmente buono. Altra differenza sta nell’utilizzo dei pomodori freschi, dei pelati o del doppio concentrato, io preferisco usare quest’ultimo, da colore, sapore e mantiene tutto equilibrato, una cosa che invece non utilizzerò sono i capperi, a mio marito non piacciono e siccome quello che cucino dobbiamo mangiarlo, non mi va di rischiare il divorzio per due capperi ;-)!

Leggerete gli ingredienti, vi sembreranno tanti, sappiate che questi ortaggi in cottura si riducono a meno di 1/4 del loro peso originario, quindi fate due conti e vedrete che alla fine avrete una pietanza per 6-8 persone, che se poi vogliamo dirla tutta è tanto buona che due persone con un po’ di pane potrebbero finirla da soli, in dieci minuti!!

Ma adesso è tempo di andare in cucina, seguitemi!

Caponata siciliana ricetta originale
  • Preparazione: 2 ore circa Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6-8 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 6 Melanzane (grandi)
  • q.b. Sale
  • 4 Peperoni (grandi)
  • 2 Cipolle (medie)
  • 2-3 Gambi di sedano
  • 150 g Olive denocciolate
  • q.b. Capperi
  • q.b. Pinoli (facoltativi)
  • q.b. Basilico
  • 2 cucchiai Concentrato di pomodoro
  • q.b. Olio di semi (o)
  • 2 cucchiai Zucchero (scarsi)
  • 1/2 bicchiere Aceto bianco

Preparazione

  1. Lavate le melanzane, tagliatele a tocchetti, riponetele in uno scolapasta, cospargete con una manciata di sale e lasciate riposare 30 minuti, trascorso il tempo, vedrete che sul fondo ci sarà un liquido scuro, significa che avranno scaricato, sciacquatele abbondantemente e riponetele ancora nello scolapasta per eliminare l’eccesso d’acqua.

    Quando si saranno asciugate, friggetele in abbondante olio di semi, io uso quello di girasole, mi sembra abbia un odoro meno invasivo.

    Quando le melanzane saranno fritte e si saranno ridotte parecchio di volume, con una scumarola raccoglietele e mettetele in uno scolapasta a colare.

  2. Intanto che le melanzane friggono, tagliate il sedano e sbollentatelo qualche minuto in acqua con un po’ d’aceto, deve comunque restare croccante.

  3. Sempre mentre cuociono le melanzane, pulite i peperoni, privateli dei filamenti, tagliateli a tocchetti e metteteli da parte a scolare.

    Una volta tolte le melanzane, nello stesso olio, potrete friggere i peperoni, quando vedrete che sono pronti, cotti e saporiti, toglieteli e metteteli di canto a scolare anch’essi.

  4. Eliminate gran parte dell’olio dalla padella e friggete le cipolle tagliate a dadolini, aggiungete il sedano, le olive (io le ho dimenticate e le ho messe dopo), i capperi dissalati se vi piacciono e anche i pinoli se vi va, ho visto che qualcuno li mette, io no.

    Lasciate insaporire e aggiungete il doppio concentrato, quindi unite le melanzane, i peperoni, l’aceto, lo zucchero, aggiustate di sale se serve ( vi ricordate che le melanzane erano già salate) e assaggiate per valutare se serve altro zucchero o altro aceto, questi vanno a gusto personale.

    Mescolate, lasciate insaporire qualche minuto ancora, in modo da far evaporare l’aceto, aggiungete il basilico e spegnete.

    Spostate tutto su una teglia, per eliminare l’eccesso d’olio, raccogliete tutta la caponata su un lato della teglia e posizionatela in modo che penda un po’ da un lato, in pratica poggiatela su qualcosa, l’olio si raccoglierà nel punto più basso e potrete eliminarlo con facilità, questo non è uno step necessario, ma ve lo consiglio, non mi piace vedere piatti annegati nell’unto…

    La caponata è pronta, vi consiglio di farla riposare qualche ora prima di servirla, ne guadagnerà di parecchio il gusto e fredda sarà molto buona.

    Se ve ne avanza, conservatela in frigo in un contenitore per alimenti con coperchio, durerà 3-4 giorni.

  5. Caponata siciliana ricetta originale

    Spero la ricetta vi sia piaciuta e vi invito a visitare la  mia pagina facebook , troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose ricette!

    Mi troverete anche su pinterest e su instagram .

    Guarda pure:

    Caponata al forno light e buonissima;

    Melanzane fritte il mio metodo;

    Peperonata agrodolce in padella facile senza frittura;

    Parmigiana di melanzane fritte la mia ricetta;

    Parmigiana di melanzane senza frittura

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.