Timballo di tagliatelle al ragù

Il Timballo di tagliatelle al ragù è un gustoso primo piatto o piatto unico, ideale per il pranzo della domenica o per portare in tavola una portata un po’ più particolare. E’ facilissimo da preparare, basteranno pochi semplici ingredienti e in poco tempo metterete in tavola un primo piatto dal gusto delizioso con cui farete un figurone. Fa anche un certo effetto alla vista, sembra quasi una torta di pasta e poi, tagliata a spicchi e servita in questo modo, appagherà anche la vista, oltre che il gusto. Volendo, si può anche preparare in monoporzioni, utilizzando delle formine per muffin. Nell’uno e nell’altro caso, comunque, il risultato sarà siciramente gradito da tutti. Andiamo a vedere insieme come preparare queste tagliatelle al forno con ragù.

vtimballo di tagliatelle al ragù
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il Timballo di tagliatelle al ragù

  • 320 gtagliatelle all’uovo
  • 125 mlpanna fresca liquida (da cucina)
  • 80 gparmigiano Reggiano DOP
  • q.b.sale
  • 2uova

Per il ragù

  • 250 gcarne macinata (bovina o suina)
  • 50 gcarota
  • 50 gsedano
  • 50 gcipolla
  • 300 mlpassata di pomodoro
  • 100 mlvino rosso
  • 10 golio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • 500 mlacqua
  • q.b.pepe

Cosa serve per il Timballo di tagliatelle al ragù

  • 1 Pentola
  • 1 Tegame
  • 1 Teglia
  • 1 Scolapasta

Preparazione del Timballo di tagliatelle al ragù

  1. Cominciare facendo il ragù, che può anche essere preparato il giorno prima. Io ho utilizzato della carne bovina e suina macinata, ma si può anche usare solo un tipo, in base ai propri gusti.

  2. Il trito di verdure si può fare a mano o con un robot, dipende dal tempo che si ha a disposizione. Sminuzzare la carota, la cipolla e il sedano, preventivamente mondati, lavati e asciugati.

  3. Versare l’olio in un tegame e lasciandolo scaldare. Aggiungere il trito di carota, cipolla e sedano e lasciare rosolare a fuoco moderato, mescolando, di tanto, in tanto, con un cucchiaio di legno. Unire anche la carne e continuare a rosolare.

  4. Sfumare con il vino rosso e lasciare evaporare. A questo punto, aggiungere anche la passata di pomodoro, il sale, il pepe e l’acqua e lasciare cuocere a fiamma bassa per circa 1 ora, fino a quando il ragù non si sarà ristretto. Naturalmente, più il sugo si restringe, più spesso si dovrà mescolare, per evitare che si attacchi al fondo della pentola.

  5. Quando il ragù si sarà ristretto, spegnere il fuoco e, se si vuole conservare per utilizzarlo il giorno dopo, lasciarlo raffreddare bene e dopo metterlo in frigo.

  6. Intanto, mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e portarla a bollore. Buttare dentro le tagliatelle all’uovo e scolarle al dente, perchè continueranno la cottura in forno.

  7. Condire le tagliatelle con un il ragù, lasciandone un po’ per la superficie. Aggiungere anche la panna, io ho usato la panna UHT, le uova sbattute, che legheranno la pasta, e il parmigiano e mescolare bene il tutto.

  8. Sistemare la pasta in una pirofila, quindi, spargere dell’altro ragù sulla superficie e completare con un’altra manciatina di formaggio.

  9. Infornare in forno già caldo a 180° per 20 minuti circa, fino a quando si sarà formata una leggera crosticina in superficie. Tirare fuori la pirofila dal forno, attendere 15 minuti, in modo che la pasta si rassodi.

  10. Servire il Timballo di tagliatelle al ragù tagliato a spicchi. A me non resta che augurarvi buon appetito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.