Acqua di rose alimentare fatta in casa

Girovagando in rete in cerca di ispirazione, ho scoperto che in pasticceria si utilizza spesso l’acqua di rose per aromatizzare. Non conoscevo l’acqua di rose come aroma alimentare ma solamente come prodotto cosmetico e badate bene, sono in effetti due acque totalmente diverse e con diversi utilizzi.

Dopo essermi documentata sul come fare, ho deciso avendo delle bellissime rose rosse in giardino ed essendo il procedimento semplicissimo, di prepararla in casa invece di acquistarla.

Per ottenere un buon prodotto è importante è che le rose non siano trattate, quindi rose di giardino e non di fioraio, a meno che non ne abbiate uno di fiducia che vi garantisca l’assenza di trattamenti chimici sulla pianta. Se non avete possibilità di procurarvi delle rose non trattate utilizzate petali essiccati di erboristeria. Il sapore e il profumo saranno più leggeri ma sicuramente non nocivi.

Le rose più indicate per uso alimentare sono quelle rosa e rosse perché il loro profumo e sapore è più intenso rispetto a quelle bianche o gialle. Con l’acqua di rose si possono realizzare torte, biscotti e creme utilizzandola da sola o in abbinamento con altri aromi come vaniglia e cannella.

Non ci sono dosi precise, io normalmente utilizzo 3-4 rose per ½ l di acqua distillata.

Il colore dell’acqua non sempre  corrisponde a quello dei petali utilizzati, cosa che dipende, da quel che mi hanno spiegato, da quanto giovane è la pianta. Non dategli importanza, il colore più o meno intenso non influisce sull’aroma dell’acqua.

Ora che vi ho detto tutto vediamo come fare..

  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni

Ingredienti

  • Rose
  • q.s.Acqua distillata

Strumenti

    Preparazione

    1. Staccate delicatamente i petali dalle rose, eliminate quelli rovinati da insetti e intemperie e la parte bianca all’attaccatura del petalo.

      Lavateli per bene sotto l’acqua corrente e trasferiteli in una casseruola. Unite, molto delicatamente, la quantità di acqua necessaria a ricoprirli totalmente e trasferite la casseruola sul fuoco a fiamma bassa.

      Appena l’acqua raggiunge l’ebollizione spegnete la fiamma, coprite con il coperchio e lasciate le rose in infusione per almeno 2 ore o comunque fin quando i petali non avranno totalmente perso il colore il colore.

      Quando l’acqua di rose si sarà completamente raffreddata mettete una garza in un colino e filtrate il liquido direttamente in un barattolo di vetro con chiusura ermetica.

      L’acqua di rose è pronta per le vostre dolci creazioni.

    Note

    Conservazione. L’acqua di rose si conserva in frigorifero, in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente per 20 giorni. Altrimenti si può congelare nei sacchettini per il ghiaccio ed utilizzarla in un secondo momento.

     

    4,8 / 5
    Grazie per aver votato!


    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.