Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani

Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani

Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani a base di pasta sfoglia, cipolla, mozzarella e un idea di pomodoro. Il nome Cipolline, deriva dalla cipolla, il condimento principale di queste bontà. Cotte al forno o fritte sono degli scrigni da gustare a qualsiasi ora della giornata.

Le Cipolline Catanesi sono una specialità della tavola calda che amerete fin dal primo morso. Sono un guscio croccante e sfogliato che racchiude al suo interno un ripieno caldo, filante e dolce. È praticamente impossibile non trovare le cipolline nei banchi di tavola calda delle rosticcerie e dei bar della provincia di Catania. Come le altre specialità della rosticceria, si propongono ad essere degustate in qualsiasi ora: a colazione, a pranzo e a cena.

Eh si in Sicilia la colazione non è solamente dolce con Brioche e granita o cannolo ma può essere anche salata… perfetta per me che amo il salato.
Le Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani si preparano velocemente. Nella versione tradizionale si fanno con la mezza sfoglia ma per questione di tempo e praticità io utilizzo la sfoglia già pronta.
Sono perfette come piatto unico, da servire, in una serata tra amici, insieme agli immancabili ARANCINI, nei buffet salati o come antipasto.
Per i puristi ricordo che si tratta di una preparazione casalinga senza pretese di forme perfette.

Il segreto per la buona riuscita delle Cipolline Catanesi è la cipolla che deve essere “ammalvita” rosolata a fuoco lento….

Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Cipolline Catanesi

  • 2 rotolipasta sfoglia (rettangolari)
  • 2cipolle (se utilizzate quella bianca di Giarratana una)
  • 150 gprosciutto cotto
  • 150 mlsalsa di pomodoro
  • 100 gprovola (o mozzarella ben asciutta)
  • q.b.olio evo
  • 1uovo (per spennellare)

Strumenti

  • 1 Teglia
  • 1 Coltello
  • 1 Carta forno
  • 1 Padella
  • 1 Cucchiaio

Come si preparano le Cipolline Catanesi: ricetta dei rustici siciliani

  1. Sbucciate le cipolle, tagliatele a metà e affettatele sottilmente. Lavatele e asciugatele per bene.

  2. In una larga padella mettete un abbondante giro di olio di oliva. Appena si riscalda versatevi le cipolle e lasciatele appassire a fuoco dolce. La cipolla deve risultare trasparente e morbida. Allungate con due dita di acqua la cottura.

  3. Salate e quando è cotta, aggiungete il pomodoro. Io ho utilizzato dei pomodorini pixel ( scottati, privati della buccia e saltati in padella) . Lasciate andare per qualche minuto a fuoco lento e spegnete.

  4. Tirate la sfoglia fuori dal frigo e dividetela in quattro quadrati uguali.

  5. Posizionate al centro della sfoglia un cucchiaio abbondante di composto alla cipolla , la mozzarella ( ben asciutta) e completate con un pezzo di prosciutto.

  6. Adesso, spennellate i lati della pasta, con l’uovo sbattuto e richiudeteli a fazzoletto, fino a formare un quadrato.

  7. Spennellate la superficie delle Cipolline Catanesi con l’uovo sbattuto.

  8. Cuocete le Cipolline Catanesi: ricetta siciliana in forno caldo a 190°/200° per circa 15 minuti. Dovranno gonfiarsi e diventare dorate.

  9. Le vostre Cipolline Catanesi sono ottime servite tiepide, Buon appetito. Barbara

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.