Crea sito

Arancini di riso ricetta siciliana

Arancini di riso ricetta siciliana

Arancini di riso ricetta siciliana . Gli arancini o arancine a seconda, se vi trovate a Palermo o a Catania, sono dei piccolo timballi preparati con il riso ripieni con i più svariati condimenti. Si va dal classico arancino al ragù, i classici, poi ci sono quelli al pistacchio, alle melanzane, quelli ripieni con il pesce e chi più ne ha, ne metta. Di solito gli arancini di riso sono a punta  ma si trovano anche rotondi e si mangiano caldi, perché vanno panati e poi fritti nell’ olio bollente.

I più famosi sono sicuramente i classici Arancini al Ragù, i più amati dal Commissario più famoso d’italia, gli Arancini di Montalbano. Chissà quante volte vedendo in tv la fortuna serie televisiva del Commissario più amato d’Italia, li avrete visti inquadrati in primo piano e vi è venuta voglia di addentarne uno.

Essendo di Scicli e abitando a pochi metri dal set dove è ambientato il Commissariato di Vigata (Scicli), dove girando ormai da venti anni Montalbano, oggi vi propongo la ricetta degli Arancini di riso ricetta siciliana.

Vediamo come procedere per la ricetta:

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Riso 500 g
  • cipolla 1/2
  • Brodo 1 l
  • Burro 50 g
  • Zafferano 1 bustina
  • Olio di oliva q.b.
  • Ragù di carne magra (o carne a pezzetti) 250 g
  • Primo sale a cubetti (o Mozzarella) 200 g
  • Uova sode 3
  • Pisellini lessi 200 g
  • Farina 150 g
  • Pan grattato 300 g
  • Olio di semi 400 g

Preparazione

  1. Tritate finemente mezza cipolla e rosolatela in un tegame. Appena appassita, versate nel tegame il riso e fatelo tostare nel soffritto finchè non sarà ben lucido e trasparente.

  2. Bagnatelo con del brodo bollente e cuocetelo per 13 minuti, al dente, aggiungendovi via via delle tazzine di brodo bollente, in modo che non si asciughi troppo. Unite la bustina di zafferano in una delle tazze bollenti e scioglietela bene, dopo versatela nel riso e mescolate bene.

  3. Alla fine della cottura, il riso dovrà essere piuttosto asciutto. Spegnete il fuoco e lasciatelo mantecare finchè non sarà freddo.

  4. Prepariamo gli arancini: nel palmo di una mano allargate un pugno di riso, sagomandolo a conca, poi prendete una cucchiaiata di ragù di carne e disponetela al centro del riso. Mettete anche qualche cubetto di formaggio (o mozzarella) e un pò di uovo tagliato a piccoli pezzi e i pisellini. Con la mano libera prendete un altro piccolo pugno di riso e racchiudete il ragù. Calcate i due strati di riso, sagomando l’arancino nella sua forma classica.

  5. Disponete gli arancini di riso sul piano di lavoro, man mano che sono pronti.

  6. Poi passate l’arancino nella pastella ottenuta dalla farina e acqua in un ciotola. La pastella deve risultare densa e non troppo liquida. Poi passate gli arancini nel pangrattato panandoli uniformemente. Comprimete con cura l’impanatura, in modo che risulti ben compatta e aderente.

  7. Alla fine, ultimata l’impanatura, mettete tutto l’olio in un tegame da fritture (16 cm circa di diametro) e portatelo a ebollizione (dovrà essere colmato per un quarto). Calatevi gli arancini, massimo due alla volta (dovranno essere del tutto immersi nell’olio bollente) e fateli dorare.

  8. Quando saranno del colore delle arance mature, levateli dall’olio, prendendoli con una paletta bucata. Passateli per qualche istante su carta assorbente. Trasferiteli, poi, su un vassoio e servitelI subito.

  9. I vostri Arancini di riso ricetta siciliana sono serviti. Buon appetito

    Se ti è piaciuta la mia ricetta condividila sui social.

Suggerimenti

Potete usare un semplice riso per risotti che, però, non deve scuocere.

Io di solito utilizzo il Carnaroli ma è molto consigliato usare per gli arancini di riso metà riso originario e metà Roma per avere un risultato perfetto. l’importante è che non sia scotto.

Al posto del ragù potete utilizzare anche della carne al sugo a pezzetti che poi sfilaccerete, come faceva la mia nonna anticamente.

Vi consiglio, dopo avere panato i vostri arancini, fateli riposare in frigorifero per un oretta e poi friggeteli.

Se volete potete cuocere il riso la sera per la mattina o anche il giorno prima.

Se volete una doppia panatura per avere degli arancini ancora più croccanti, fate l’operazione di passarli in pastella e poi nella mollica per due volte.

 

Pubblicato da fantasiaincucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e poi ho iniziato anche a fotografare i piatti più riusciti. Quindi, cucino, fotografo mangio e do' sempre volentieri consigli ai miei amici per ricette sfiziose e sui posti dove andare a mangiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.