Crea sito

Castradina

La castradina, carne di montone salata, affumicata ed essicata al sole, di provenienza dalmata o albanese, è un piatto tipico veneziano che si usa mangiare il giorno della Madonna della Salute (21 novembre). In questo giorno tutti i veneziani si recano, in pellegrinaggio, alla Basilica intitolata, appunto, alla Madonna della Salute, costruita nel 1630 come ringraziamento a Maria per aver liberato la città dalla peste. C’è un’aria festosa quel giorno, ci si reca in chiesa, si porta una candela alla Madonna, ci si concede un dolcetto alle bancarelle e poi………tutti a mangiare la castradina. Questa tradizione era caduta in disuso, ma da qualche anno è ritornata alla moda….

Castradina 2019 - Così cucino io
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Brodo di castradina

  • 800 gcastradina (cosciotto montone affumicato)
  • 1cipolla
  • 1carota
  • 1sedano
  • 1 spicchioaglio
  • 1 fogliaalloro
  • 1chiodo di garofano
  • 4grani di pepe nero
  • 1 pizzicosale grosso

Verze sofegae (stufate)

  • 1cavolo verza
  • 1cipolla
  • 1 ramettorosmarino
  • q.b.sale fino
  • 1 pizzicopepe nero
  • 1/2 bicchierivino bianco

Strumenti

  • Casseruola
  • Pentola a pressione

Preparazione

  1. Mettere la carne in acqua fredda, portarla a bollore e cuocere per 20 minuti circa.

    Buttare l’acqua di cottura e togliere alla carne la pelle grassa tenendola sotto il getto di acqua fredda dal rubinetto.

    Rimettere la carne in acqua con gli aromi da brodo, sedano, carota, cipolla, aglio, alloro e i chiodi di garofano  e cuocere per circa 2 ore. ( Io, in pentola a pressione 30 minuti)

    Filtrare il brodo e sgrassarlo.

    Spezzettare la carne (si sbriciola da sola).

    Far stufare la verza, cuocendola in olio con cipolla tritata, rosmarino, sale e pepe (a Venezia si chiamano verze sofegae, qui la ricetta).

    Disporre in ogni piatto una fetta di pane abbrustolito, metterci sopra qualche cucchiaio di verza, la castradina sfilettata e coprire con il brodo.

    Buono, veramente buono. Peccato però,  si può gustare solo in questi giorni dell’anno, negli altri periodi non si trova!

    Buon appetito!

Consiglio del giorno….

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook Così cucino io.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.