Schie alla veneziana e fritte

Le “Schie” sono  gamberetti grigi tipici della laguna veneziana e del delta de Po e si mangiano bollite o fritte ma sempre rigorosamente accompagnate da polentina morbida.

Una volta erano considerate cibo povero, oggi sono un piatto pregiato, una vera prelibatezza; ormai nei ristoranti vengono servite  gia’ pulite,  pronte da mangiare con la forchetta, ma per mangiarle alla veneziana si devono usare le mani.

Schie alla veneziana

 Dopo averle lavate abbondantemente in acqua corrente, si lessano le schie per pochi minuti in acqua salata bollente, si scolano e si condiscono con pepe olio extravergine di oliva, abbondante aglio a spicchi e prezzemolo tritato. Si fanno riposare qualche ora e……………… si gustano pelandole con le mani e “ciucciandosi” le dita.

Schie Fritte

Si infarinano in farina bianca e si friggono in abbondante  olio  di semi di arachide o di girasole. Si passano su carta da cucina per togliere l’unto in eccesso, si salano e si gustano calde. Una vera squisitezza!!!!

schie-fritte

Precedente Risotto di zucca e funghi porcini Successivo Tagliatelle zucca radicchio e provola affumicata

3 commenti su “Schie alla veneziana e fritte

  1. No Alma, non non sono via. Lavoro tutto il giorno (tra l’altro fuori Venezia). Poi ho altri impegni famigliari. Alla sera cerco di rilassarmi con il Blog e GZ, mi metto al computer, ma rischio di addormentarmici davanti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.