Gelato al caramello, gusto mou, senza uova

11201911_10207070116660235_6568016569623081661_n


 

Per me è iniziata ufficialmente la stagione dei gelati casalinghi, complice anche il caldo eccezionale di questi giorni. Avevo da un po’ di tempo il desiderio di incominciare a preparare i gelati in casa, dopo la stagione dell’anno scorso, ed ero alla ricerca di gusti nuovi. Così, oggi vi propongo il gelato al caramello! Avevo, infatti, del topping al caramello che ho pensato di aggiungere alla base del gelato che, come la gran parte che trovate in blog, è senza uova.

Certo, si potrebbe anche realizzare col caramello vero e proprio, facendo sciogliere lo zucchero in un tegame e farlo caramellare finchè assume un colore ambrato, facendo attenzione a non bruciarlo, ma non ho provato. Diciamo che col topping al caramello è stato davvero semplicissimo preparare questo gelato che ricordava il mou nel sapore!

IMG_2190

 

Ho ottenuto un gelato buonissimo (a chi non piace il mou??) e molto cremoso, grazie all’aggiunta di vari ingredienti come sciroppo di glucosio e farina di semi di carrube che impediscono la cristallizzazione del composto in freezer. Le carrube contengono, infatti, pectina, un gelificante ed addensante molto utile in cucina e ovviamente fondamentale per la preparazione dei gelati, impedendone la formazione dei cristalli di ghiaccio e migliorandone la texture. In questo modo, anche i nostri gelati casalinghi potranno avvicinarsi a quelli delle gelaterie quanto a consistenza!

Vediamo cosa occorre per questo gelato squisito!

Ingredienti per circa 550 g di gelato

  • 200 ml di panna fresca al 33% di grassi
  • 500 ml di latte fresco intero
  • 80 g di zucchero di canna (io integrale di canna, trovo sia più aromatico)
  • 20 g di sciroppo di glucosio
  • 70 g di topping al caramello
  • 30 g di latte in polvere
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia (io ho usato l’estratto di vaniglia)
  • 4 g di farina di semi di carrube*
  • 1 goccio di rhum (facoltativo)

*se non riusciste a reperirlo, sostituitelo con maizena, anche se non è la stesa cosa

 Per guarnire:

  • topping al caramello
  • caramelle mou

Preparazione

In una pentola versare il latte, la panna fresca, lo zucchero di canna, il topping al caramello, la vaniglia, la farina di semi di carrube, il glucosio in sciroppo ed il latte in polvere e mescolate.

IMG_2138

Aggiungete lo zucchero di canna.

Io ho usato zucchero integrale di canna e in parte la variante “demerara“, che ha i granelli più grossi.

IMG_2139

Mescolate bene e accendere il fornello e portate il tutto ad una temperatura di 80-85°C continuando a mescolare, fino a completo scioglimento dello zucchero (se non avete il termometro da cucina, ponete sul fornello piccolo per circa 15 minuti).

E’ necessario portare il tutto alla temperatura di almeno 80° (infatti la solubilizzazione della farina di semi di carrube avviene solo a caldo: 2-3 minuti ad 80° ).

IMG_2140

Spegnere il fuoco e far raffreddare un po’ mescolando di tanto in tanto (io ho aggiunto un tappo di rhum alcoolico, ma è facoltativo), poi  emulsionare poi col frullatore ad immersione e trasferire il composto in una ciotola larga e far raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per 3-4 ore circa oppure una notte intera.

IMG_2145

 

Una volta che il composto liquido si è ben raffreddato, versate il composto nel cestello refrigerante della gelatiera, che avrete preventivamente fatto raffreddare per una notte intera (io anche 2-3 giorni. In pratica ce l’ho sempre nel freezer, casomai avessi voglie improvvise di preparare il gelato 😉 ).

Azionate la gelatiera e fate mantecare per almeno 40-45 minuti o finchè inizia a formarsi il gelato (la tempistica ovviamente varia dal modello di gelatiera che avete).

Vi presento la mia gelatiera. Prima di avere questa, avevo una gelatiera molto vecchia, aveva 25 anni, un regalo da bambina… Ora sono felice di usare la gelatiera kenwood!

IMG_2146

Una volta ben mantecato, potrete servire il gelato immediatamente (anche se sarà piuttosto morbido) oppure potrete metterlo in un contenitore di plastica (magari utilizzando una vecchia confezione di gelato con coperchio) e riporlo in freezer per almeno un paio d’ore prima di servire.

IMG_2147

 

Prima di servire il gelato, è preferibile tirarlo dal congelatore qualche minuto (quanto prima dipende dalla temperatura ambiente, ovviamente) prima di servirlo, in modo che si ammorbidisca un pochetto.

Quindi, servite il vostro gelato nelle coppette facendo le classiche palline con il porzionatore bagnato in acqua tiepida e decorare a piacere. Io ho usato il topping al caramello e le caramelle mou ^_^

IMG_2184

Consiglio di provare questo gelato dal gusto un  po’ diverso, è venuto proprio buono!!Ma non solo, ricordava proprio il mou nel sapore, e so quanto piaccia ai più, per cui provatelo anche voi!

Ecco quanto era cremoso, spero si noti…

IMG_2188

Il gelato è rimasto vellutato come mai prima e non ha formato i classici cristalli di ghiaccio. Voglio precisare che la carrube è insapore ed è il frutto di un albero i cui semi, decorticati, vengono macinati per diventare questa sorta di farina, una polvere bianca utile per tante preparazioni e che di solito lo si trova in etichetta con la sigla E410. Ma si tratta di un ingrediente assolutamente naturale.

Fatemi sapere se proverete questo gelato!

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità!

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

4 Risposte a “Gelato al caramello, gusto mou, senza uova”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.