Pesche sciroppate

Le pesche sciroppate sono una vera delizia che l’estate ci regala. In questo periodo quando molti frutti estivi sono dolci, sodi e perfetti da conservare per l’inverno, le pesche sono un frutto da conservare e deliziare durante l’inverno, quando le vitamine del sole sono diminuite e abbiamo bisogno e voglia di preparare qualcosa di colorato e pieno di vitamine e gusto dell’estate.

Le pesche sciroppate sono deliziose da servire con della panna montata, per preparare torte e crostate oppure semplicemente da gustare a colazione insieme a yogurt e cereali.

Avete mai gustato le pesche sciroppate con limoncello e gelato alla vaniglia? Sono idilliache credetemi!

Amate le conserve e i liquori fatti in casa? Non perdetevi la mia raccolta di ricette Liquori e conserve

Pesche sciroppate ricetta

Pesche sciroppate

Ingredienti:

  • 1 kg di pesche (ho usato le peroche gialle e sode)
  • 300 g di zucchero
  • 500 g di acqua

Pesche sciroppate nel barattolo

Preparazione delle pesche sciroppate:

Per preparare le pesche sciroppate per prima cosa bisogna sterilizzare i vasetti e i tappi, mettendoli a bollire in una pentola capiente con degli strofinacci in modo che non tocchino e si rompano, ricoprirli dunque di acqua e portarli ad ebollizione, fare bollire per 20 minuti, poi asciugateli con uno strofinaccio pulito.

Lavate accuratamente le pesche, poi ponetele in un tegame capiente pieno d’acqua, portate ad ebollizione e fatele bollire per un paio di minuti, fino a quando saranno un pò morbide ma belle sode.

Mettete la pendola sotto l’acqua fredda corrente e raffreddatele, dividetele a metà e togliete il nocciolo all’interno e la buccia esterna.

Preparate lo sciroppo con acqua e zucchero, dunque mettete in un tegame con i bordi alti l’acqua e lo zucchero e fate sciogliere lo zucchero nell’acqua a fiamma dolce, fino a che lo zucchero si sarà completamente sciolto e l’acqua diventata nuovamente trasparente.

Ponete le pesche nei barattoli lasciando un paio di cm di spazio dal bordo, versate lo sciroppo sulle pesche, coprendole completamente e lasciando sempre almeno 1, 5 cm di spazio dal bordo che servirà per avere un ottimo sottovuoto.

Se volete essere al 100% sicuri che non ci siano nessun tipo di bolle d’aria potete usare anche un pressello prima di mettere il tappo.

Bollite i barattoli in una pentola, mettendo gli strofinacci in modo che non tocchino tra di loro e ricoprendo i barattoli con l’acqua.

Fate bollire i barattoli per 30 minuti.

Le pesche sciroppate si conservano da 3 a 6 mesi in un luogo fresco e asciutto.

Continua a seguire il mio blog rimanendo aggiornato tramite i Social
CANNELLA AMORE E FANTASIA lo trovi su
FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE+

Pesche sciroppate nel barattolo in verticale

Precedente Latte di mandorla al caffè Successivo Marmellata di fichi e mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.