Brasato al vino rosso senza marinatura

Brasato al vino rosso un secondo piatto molto semplice da realizzare e molto saporito. L’importanza in questo piatto e la scelta del manzo e del buon vino rosso, io  per esempio ho usato un buon montepulciano d’abruzzo ma potete usare quello che più preferite. In questa ricetta non c’è bisogno della marinatura ma solo una cottura lenta quindi vi avverto avrete per alcune ore un’odore irresistibile che sono sicura che conquisterà voi e i vostri ospiti!

Amate il manzo e le carni cotte con il metodo slow-cooking (cottura lenta, brasate) ecco quì alcuni link delle ricette più amate e cliccate da voi sul mio blog: GULASH RICETTA UNGHERESE – SPEZZATINO DI VITELLO ALLA SICILIANA

Brasato al vino rosso ricetta senza marinatura

 

Ingredienti per 4 – 6 persone:

  • 1 kg di carne di manzo
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’glio
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 700 ml di vino rosso (ho usato il Montepulciano d’abruzzo)
  • 500 ml di brodo di manzo
  • 3 cucchiai di farina 00
  • 2 foglie d’alloro
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione del brasato al vino rosso senza marinatura:

  •  Per preparare il brasato al vino rosso per prima cosa dobbiamo lavare, mondare e tritare le verdure.
  • Controllate la carne, tamponatela con della carta assorbente da cucina e privatela di eventuali grassetti, infarinatela con la farina e una bella presa di sale e pepe.
  • In un tegame capiente e a doppio fondo mettete le verdure con l’olio evo e fatele soffriggere dolcemente a fiamma bassa.
  • Togliete il soffritto e fate rosolare su tutti i lati la carne, aggiungete le verdure rosolate e tenute da parte, quindi versate il vino rosso, il brodo di carne, salate, pepate e condite con l’alloro, il timo ed il rosmarino.
  • Coprite con il coperchio e portate a bollore, quindi abbassate la fiamma al minimo e lasciate sobbollire delicatamente per circa 3 ore (girate la carne spesso durante la cottura) o fino a quando il liquido si sarà ridotto e la carne sarà diventata morbida.
  • A questo punto togliete la carne dalla pentola e avvolgetela nella carta stagnola in modo da fare intenerire la carne e farla anche intiepidire prima di affettarla in modo che non si rompa.
  • Frullate finemente il fondo di cottura e affettate la carne, quindi servite con alcune cucchiaiate di salsa e un contorno a piacere.
  • Consiglio: Se volete qualche idea di contorno vi consiglio di provare le patate con aglio e rosmarino in padella – i carciofi trifolati alla siciliana – gli asparagi gratinati al forno

Buon Appetito dalla vostra Lidia!

Continua a seguire il mio blog rimanendo aggiornato tramite i Social
CANNELLA AMORE E FANTASIA lo trovi su
FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE+

Precedente Petto di pollo cremoso agli asparagi Successivo Riso e grano saraceno con carciofi e piselli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.