PETTOLE DI NATALE

Pettole di Natale, le frittelle dolci di Natale tipiche della Puglia, diverse dalle PETTOLE PUGLIESI che sono salate e con le olive. Le pettole di Natale sono delle frittelle di pasta lievitata dolce che si preparano nel periodo delle feste insieme alle CARTELLATE sono uno dei DOLCI TIPICI REGIONALI più buoni e famosi della Puglia e incredibilmente io non le avevo mai preparate. Come la maggior parte delle ricette di famiglia ce ne sono molte versioni, alcune addirittura con le patate bollite nell’impasto. Oggi le mie sono con le patate e la ricetta me l’ha data una ragazza carinissima che ho conosciuto su Instagram e che le prepara sempre per la sua famiglia. Volete provare anche voi a preparare insieme a me le pettole dolci di Natale? Iniziamo subito. Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI) e il mio account Instagram (QUI)

E ora…

Beh, allacciate il grembiule…!

Lulù

Potete guardare anche:

PETTOLE DI NATALE
PETTOLE DI NATALE
  • DifficoltàFacile
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4/6 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàInverno

Ingredienti

250 g farina 00
250 ml acqua
100 g patate
3 g lievito di birra fresco (o 1 grammo lievito di birra secco)
olio di semi di arachide
1 cucchiaino sale
zucchero (per decorazione)

Preparazione

Come avete visto dagli ingredienti questa ricetta ha come base un impasto lievitato con le patate neutro ovvero non dolce e nemmeno salato, il dolce è dato dal passaggio delle pettole di Natale appena fritte nello zucchero semolato.

Ovviamente potete aggiungere un cucchiaio di zucchero semolato all’impasto se preferite.

L’impasto per le pettole di Natale

Fate bollire le patate con la buccia fino a quando saranno ben cotte e morbide.

Schiacciate le patate con lo schiacciapatate mentre sono ancora calde e mettetele in una ciotola.

Unite la farina 00 alle patate schiacciate.

Scaldate leggermente metà dose di acqua e fatevi sciogliere all’interno il lievito di birra fresco.

Unite l’acqua con il lievito nella ciotola insieme a farina e patate.

PETTOLE DI NATALE
PETTOLE DI NATALE

Iniziate a mescolare con un cucchiaio e incorporate la restante acqua tiepida.

Unite il sale (o lo zucchero) e girate ancora con il cucchiaio fino ad ottenere un impasto omogeneo e appiccicoso.

Coprite l’impasto con un canovaccio o con pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa 3 ore in luogo asciutto e lontano da corrente.

PETTOLE DI NATALE
PETTOLE DI NATALE

Quando l’impasto sarà ben lievitato e si saranno formate tante piccole bollicine, prendetelo aiutandovi con due cucchiaini e tuffatelo in una pentola alta e stretta con abbondante olio di semi di arachidi ben caldo.

Girate le pettole di Natale mentre cuociono aiutandovi con una schiumarola e fatele friggere per circa 10 o 15 minuti fino a che saranno belle dorate.

PETTOLE DI NATALE
PETTOLE DI NATALE

Scolate le pettole di Natale direttamente in una ciotola con abbondante zucchero semolato e rotolatele bene in modo che lo zucchero si attacchi alle frittelle.

Servite le pettole di Natale calde o tiepide.

PETTOLE DI NATALE
PETTOLE DI NATALE

VARIANTI E CONSIGLI

Potete sostituire il lievito di birra fresco con 1 o 2 grammi di lievito di birra secco messo direttamente insieme alla farina nella ciotola.

Non va bene il classico lievito in polvere istantaneo per dolci.

L’acqua dove andrete a sciogliere il lievito di birra dovrà essere tiepida, non calda altrimenti ucciderà il lievito e nemmeno fredda altrimenti non lo farà agire correttamente.

Se volete potete aggiungere un cucchiaio di zucchero semolato per avere le pettole di Natale ancora più dolci.

Potete aggiungere uvetta ammollata e strizzata all’impasto.

Se vi è piaciuta la ricetta per le pettole di Natale forse potrebbero interessarvi anche le CANDELE DOLCI DI NATALE o anche i BROWNIES DI NATALE oppure le TORTE DI NATALE o CAPODANNO o anche i DOLCI DI NATALE FACILI E VELOCI.

Conservazione

Le pettole di Natale come tutti i dolci fritti sono buone appena fatte tuttavia potete conservarle per un giorno e scaldarle in forno.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI  o sul mio account Instagram (QUI) e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

3,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.